La riconoscete? In passato era una donna bellissima, oggi il suo volto è deturpato. “Un disastro della chirurgia estetica”

Advertisement

Il suo volto oggi appare rovinato dalla chirurgia plastica, tanto da essere presa ad esempio come disastro della chirurgia estetica, per scoraggiare chi ricorre spesso alla chirurgia plastica alla ricerca di un ideale di bellezza illusorio.

La storia di Jocelyn Wildestein, considerata schiava del bisturi, è un monito che dovrebbero tenere ben a mente coloro che pensano ciecamente che il ricorso alla chirurgia plastica sia la strada per sentirsi più soddisfatti e sicuri di se stessi.

Jocelyn Wildenstein, classe 1940, oggi oltre ad essere considerata un disastro della chirurgia estetica è nota per essere la “donna gatto”.

Advertisement

Ma la sua ossessione per la chirurgia estetica è forse legata alla sua voglia di riscattarsi per sfuggire dalle sue origini modeste.

Jocelyn sfruttando la sua bellezza ha cercato di fare delle conoscenze importanti, così a soli 17 anni riuscì a tessere dei contatti preziosi.

Infatti Jocelyn Wildenstein ebbe modo di frequentare il produttore cinematografico svizzero Cyril Piguet. In seguito si trasferì a Parigi con il regista Sergio Gobbi.

L'ossessione per la chirurgia plastica Jocelyn Wildenstein

Advertisement

L’ossessione per la chirurgia plastica di Jocelyn Wildenstein: disastro della chirurgia estetica

Ma la vera svolta nella sua vita si verificò quando attorno ai 30 anni ebbe modo di conoscere il multimilionario Alec Wildenstein.

In seguito la donna ha iniziato a diventare schiava del bisturi sviluppando una vera ossessione per la chirurgia plastica.

La donna si ritrova oggi ad essere un esempio lampante di come si possa finire a causa dei risultati disastrosi dalla chirurgia estetica.

Advertisement

La sua ossessione è nata dalla sua intenzione di riconquistare le attenzioni del marito.

Infatti Jocelyn Wildenstein ha deciso di assumere le fattezze di un gatto ed assomigliare alla lince che possedeva come animale domestico suo marito.

Una scelta estrema che non ha portato il risultato sperato dal momento che la milionaria si ritrova oggi con un volto mostruoso a causa dei continui ritocchini estetici.

Jocelyne Wildenstein
Jocelyne Wildenstein

La 70enne ha ammesso di essersi sottoposta a circa 30 operazioni che hanno modificato radicalmente i suoi tratti somatici, per questo il suo volto è deturpato ed è diventata irriconoscibile: una trasformazione shock.

I numerosi interventi di chirurgia plastica e l’avanzare degli anni l’hanno resa un disastro della chirurgia estetica.

Grazie ai soldi del marito milionario ha potuto appagare la sua ossessione per la chirurgia plastica, spendendo un vero patrimonio per i suoi numerosi interventi.

Una vicenda che ricorda un altro disastro della chirurgia estetica forse più noto: il percorso di radicale cambiamento intrapreso da Rodrigo Alves, il Ken Umano, che ha anche cambiato genere assumendo l’identità di Jessica Alves.

CONDIVIDI ☞