“Mio figlio Vip mi ha abbandonato tra topi e sporcizia “, parla la madre di un personaggio famoso costretta a chiedere aiuto

Advertisement

Rocío Agudo Durán, 48 anni, è la madre di un famoso calciatore Manuel Agudo Durán, detto Nolito, attaccante del Siviglia, e recentemente ha fatto un appello col quale ha svelato i rapporti complicati con suo figlio.

La donna ha fatto delle dichiarazioni pesanti con le quali ha voluto sottolineare la grave condizione in cui versa, visto che vive in un sudicio appartamento, con gli altri due figli.

Eppure per la sua famiglia tutto si potrebbe risolvere se solo suo figlio Nolito la aiutasse.

Advertisement

Ma anche se è la madre di un famoso calciatore, non può beneficiare del suo appoggio visto che Manuel Agudo Durán ha interrotto ogni rapporto con lei.

“Mio figlio è miliardario, ma mi ha abbandonato. Lotto da sola per rifarmi una vita”, questo il grido di aiuto di Rocío Agudo Durán raccolto dal Daily Mail.

Il calciatore ha un passato difficile ed è cresciuto senza la madre, riuscendo a realizzare il suo sogno di affermarsi nella Liga spagnola come attaccante.

Oggi, la donna, che lo ha abbandonato da piccolo alle cure dei nonni, da madre di un famoso calciatore chiede aiuto al figlio.

Advertisement

figlio miliardario mi ha abbandonato

L’appello della madre di un famoso calciatore della Liga spagnola

Questa storia familiare difficile tra madre e figlio è stata raccontata dal Daily Mail che ha messo in luce come i contatti tra Nolito e la madre si siano bruscamente interrotti dopo una feroce litigata al telefono, che risale allo scorso anno.

In quanto madre di un famoso calciatore nessuno si sarebbe mai aspettato i retroscena di una simile vicenda, ma la donna ha deciso di raccontare la sua situazione, sperando di spingere il figlio a riallacciare i rapporti.

Advertisement

La donna vive in un appartamento misero e fatica ad arrivare a fine mese, mentre suo figlio Nolito guadagna circa 8 milioni di euro a stagione.

La donna fatica ad andare avanti anche perché nel suo passato emerge una brutta amicizia: l’eroina.

Ma oggi Rocío è intenzionata a costruire un nuovo futuro, dopo che ha detto basta alla sua dipendenza che l’ha portata addirittura a prostituirsi per soldi, la donna a causa della sua dipendenza è anche finita in carcere.

Dopo Nolito, la donna ha avuto due gemelli, Candela e Jesus di 6 anni, ai quali deve provvedere da sola:

“Siamo costretti a convivere con i ratti e la spazzatura e non so per quanto ancora riuscirò a pagare l’affitto”.

Siamo costretti a convivere con i ratti e la spazzatura

Il passato difficile di Nolito cresciuto dai nonni

Nolito è cresciuto con il nonno Manuel, da poco scomparso, e la nonna Dolores, che ha sempre considerato come i suoi genitori.

Il calciatore ha sempre cercato di evitare di parlare di sua madre, anche se recentemente ha confidato alcuni ricordi del suo passato.

“Mi ricordo tanti momenti terribili, mi ricordo delle tante persone che mi sono state vicine, mi ricordo della mer*a.

Tutto questo voglio superarlo, ora che sono riuscito, col sacrificio, a fare ciò che sognavo” – ha dichiarato l’attaccante del Siviglia.

Il calciatore ha inoltre ammesso sul suo passato: “Spesso ho avvertito che potevo fare a meno dei genitori, è vero. Perché a sostenermi ci sono stati sempre i nonni, che mi amano”.

Dopo che le accuse della madre di un famoso calciatore hanno fatto il giro del mondo, ha preso la parola la nonna per difendere il calciatore.

suo figlio Nolito

Sua nonna Dolores ha infatti rilasciato una dichiarazione ai media in cui ha affermato:

“Mia figlia in alcuni casi ha anche rifiutato l’aiuto economico del ragazzo. Non ci dimentichiamo che è stata lei ad abbandonarlo quando era piccolo”.

Dopo le rivelazioni sui dissidi con la madre, Nolito è stato costretto ad affrontare un argomento delicato che ha sempre cercato di evitare di mettere in pubblico.

Una cosa è certa: Rocío Agudo Durán è riuscita a farsi ascoltare da tutti in quanto madre di un famoso calciatore, chissà se il suo grido di aiuto sarà però ascoltato dal figlio.

CONDIVIDI ☞