La casa di Mahmood va a fuoco e il web lo umilia, Ermal Meta furioso lo difende: “La dignità non potete ricomprarla”

Advertisement

L’incendio del grattacielo Torre dei Moro, in via Antonini, a Milano, verificatosi domenica 29 agosto ha colpito ben 70 famiglie e tra i residenti che hanno perso la loro casa figura anche Mahmood. Quella che poteva finire in tragedia non ha per fortuna causato nessun morto e nessun ferito grave, mentre sono ingenti i danni all’edificio, andato completamente bruciato. Secondo le prime ricostruzioni fatte dopo l’avvio delle indagini da parte della Procura di Milano, l’incendio sarebbe divampato dal 15eesimo piano, irradiandosi a tutta la facciata a causa dell’effetto camino.

Leggi anche: “Ti fai troppe foto”: Santiago spazientito rimprovera mamma Belen per la sua mania di scattarsi selfie ogni giorno

Nello spaventoso rogo è stato coinvolto anche l’appartamento di Mahmood, che si è visto rivolgere da parte dei leoni da tastiera un’ondata di odio: gli haters non hanno perso occasione per attaccarlo ed insultarlo. Una mancanza di rispetto ed empatia che ha fatto esplodere la rabbia di Ermal Meta, suo amico.

Advertisement

Mahmood insultato casa bruciata

Ermal Meta contro gli odiatori del web che hanno attaccato Mahmood

Qualcuno infatti dopo aver appreso che il cantante ha visto andare in fiamme la sua abitazione ha commentato senza riguardo sui social. Ha perso la casa? Ma io stappo una magnum, amici. Stasera non dormo, bevo: alla tua Mahmood” – a questo utente ha fatto eco chi ha replicato così: “I soldini per prendersi un altro appartamento ce li avrà a Milano, giusto?”. Dei commenti di cattivo gusto che hanno fatto perdere la calma al suo collega Ermal Meta, che ha indirizzato contro gli odiatori del web un attacco al vetriolo.

Leggi anche: “Smalto sulle unghie e ruggine nel cervello”: Vittorio Sgarbi insulta Fedez che reagisce stizzito

“Mahmood la casa se la può ricomprare ma voi haters che gioite di quello che è successo, la dignità non potete ricomprarla dopo averla buttata nel cesso perché ammesso che ci riusciate, puzzerebbe demm*rda. Sfig*ti” – questo il contenuto della risposta di Meta che ha trovato sostegno e solidarietà sui social.

Advertisement

Infatti molti internauti indignati per la mancanza di rispetto per quanto accaduto al cantante italo-egiziano, hanno condannato gli haters. La notizia che il cantante italo-egiziano abitava nel grattacielo andato in fiamme a Milano è stata data da Morgan, che abita in una casa vicina al palazzo andato a fuoco, infatti oltre ad aver documentato in tempo reale su Instagram quanto accaduto ha esclamato: “Lì ci abita Mahmood”.

CONDIVIDI ☞