23enne picchiata dall’ex pubblica su Facebook le foto del brutale pestaggio: grazie alla denuncia social l’aggressore viene localizzato

Advertisement

Caitlin Widdowson è una giovane mamma che ha vissuto una terribile esperienza: la 23enne è stata più volte picchiata dall’ex e dopo l’ultimo pestaggio ha deciso di fare una denuncia social pubblicando su Facebook le foto del suo volto gonfio e livido.

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, la giovane donna sarebbe stata aggredita dal suo ex compagno: William Simmons.

La decisione di Caitlin di esporsi pubblicamente raccontando le violenze subite è nata in lei con l’intenzione di chiedere aiuto, e di denunciare la pericolosità del suo ex, che dopo averla picchiata si sarebbe dato alla fuga.

Advertisement

Da quanto riportato dal Daily Mail, Caitlin Widdowson e William Simmons si sono conosciuti 7 anni fa ed insieme hanno avuto due figli.

Ma nel corso della loro relazione, la giovane avrebbe più volte tentato di separarsi dal compagno violento.

La giovane donna picchiata dall’ex, nel suo appello su Facebook ha reso noto inoltre che William Simmons ha problemi di tossicodipendenza ed era armato.

Denuncia su Facebook di essere stata picchiata dall’ex compagno

Questa ennesima storia di violenza sulle donne arriva da Launceston, una cittadina nel nord della Tasmania, in Australia e vede per protagonista Caitlin Widdowson, una giovane madre di due figli.

Advertisement

La donna raccontando il pestaggio subito dal suo ex compagno ha detto che l’uomo si sarebbe introdotto in casa per accanirsi su di lei con brutale violenza, come ha già fatto in precedenza.

pubblica su Facebook le foto del brutale pestaggio
Fonte: Facebook

Ma dopo l’ultimo episodio, la giovane ha deciso di pubblicare su Facebook le foto dei suoi lividi e dell’occhio nero per denunciare di essere stata picchiata dall’ex compagno.

La 23enne ha spiegato nel suo post sui social di essere stata maltrattata più volte e che quella era la terza aggressione subita in meno di 2 mesi:

Advertisement

“Non so come dirvi quanto è pericoloso, quanto io sia spaventata e nervosa negli ultimi tempi”.

Come precisato nel post di Caitlin, il suo intento non era quello di impietosire ma di permettere la localizzazione del suo aggressore:

“Per favore, per favore, per favore aiutate me e la mia famiglia in ogni modo possibile a trovare o localizzare William”.

Il suo ex dopo averla aggredita si era infatti dato alla fuga, ma proprio grazie al suo appello social dopo 2 giorni è stato localizzato e fermato dalla polizia locale.

Condividi: