Perché Alfonso Signorini ha una vistosa cicatrice sulla testa? È il segno di una dura battaglia

Advertisement

Anche se più volte, ne ha parlato a cuore aperto, non tutti sono a conoscenza del privato di Alfonso Signorini che ha affrontato in passato una dura battaglia di cui oggi porta i segni: una vistosa cicatrice sulla nuca.

Si tratta di un segno che non passa inosservato in quanto ben evidente ma anche perché è in una posizione estremamente delicata.

Il direttore di Chi e conduttore del Grande Fratello Vip oggi è sereno e si gode il suo successo dopo aver raggiunto degli importanti traguardi nella sua carriera.

Advertisement

Ma nel suo passato Alfonso Signorini ha dovuto lottare con una malattia grave, per la quale ha rischiato la sua stessa vita.

Ad Alfonso Signorini è stata diagnosticata la leucemia mieloide nel 2014, che è riuscito a sconfiggere dopo una dura battaglia che ha affrontato con riservatezza e coraggio.

Alfonso Signorini, la sua cicatrice è il ricordo di una battaglia indimenticabile

Dopo la diagnosi presso l’ospedale di San Raffaele di Milano, Alfonso Signorini ha intrapreso un lungo iter fatto di terapie severe e di un’operazione chirurgica molto delicata.

Advertisement

Alfonso Signorini, la sua cicatrice è il ricordo di una battaglia indimenticabile

Dopo quel calvario, grazie a cure specifiche e controlli medici approfonditi, Alfonso Signorini si è gettato alle spalle quel momento buio della sua vita che comunque ricorderà per sempre.

La sua cicatrice è lì presente a ricordargli quello che ha affrontato per sconfiggere il suo più grande nemico nella vita, ed infatti la sua cicatrice è una ferita di battaglia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alfonso Signorini (@alfosignorini)

Ma oggi il direttore di Chi è tornato quello di prima e si dedica alle sue passioni più grandi con un rinnovato entusiasmo.

Advertisement

Quella cicatrice sulla nuca è anche il ricordo di una svolta nella sua vita. Infatti Alfonso Signorini più volte ha ribadito che la malattia gli ha permesso di osservare il mondo da una prospettiva diversa.

Una conquista fatta solo dopo che è riuscito a guarire dalla leucemia. Ed infatti in molte interviste ha detto di ringraziare la malattia per avergli dato la possibilità di comprendere il vero valore delle cose e delle persone.

Oggi Alfonso Signorini è testimonial della fondazione per la ricerca contro le malattie del sangue e si impegna allo stesso tempo per sensibilizzare tutti su questo tipo di malattie.

Condividi: