Advertisement

Bebe Vio disperata, l’appello ai ladri che l’hanno derubata: “Vi prego, ridatemela”

Advertisement

Bebe Vio ha recentemente vissuto una disavventura che l’ha profondamente amareggiata: è stata derubata dopo il funerale di suo nonno Giorgio, morto lo scorso 25 aprile, e nella refurtiva che le è stata sottratta c’era anche la sua tesi di laurea. La campionessa di scherma paraolimpica si è rivolta al web per fare un con appello direttamente ai malfattori, dopo aver raccontato quanto le è capitato.

“Sono disperata. Potete tenere tutto, soldi e tutto ciò che c’era nella borsa. Ma ridatemi la mia tesi di laurea, devo consegnarla” – questo l’amaro sfogo di Bebe Vio alla quale è stata sottratta la borsa in cui custodiva, tra le altre cose, il computer dove ha scritto la tesi, che deve consegnare a breve. La schermitrice rivolgendosi ai social ha raccontato di aver subito il furto mentre era a cena in un ristorante romano a via Cremona, e dopo la disavventura ha chiesto subito l’intervento della polizia per rintracciare la posizione del suo cellulare ma, nonostante le verifiche, la ricerca non è andata a buon fine.

Dopo che le indagini non hanno permesso di rintracciare i ladri, Bebe Vio si è affacciata su Instagram per fare un appello a chi le ha sottratto la borsa, chiedendo la restituzione del suo computer per poter consegnare la tesi di laurea visto che ha una scadenza improrogabile se si vuole laureare a breve.

Bebe Vio, l’appello ai ladri che l’hanno derubata

“Questa è la faccia disperata di una persona a cui hanno rubato la borsa. Ero appena tornata dal funerale di nonno, è stato piacevole finire la giornata con il furto della borsa…Non mi frega della borsa, né di cosa c’era dentro, a parte gli occhiali da vista, sono due giorni che non vedo nulla. Potete tenere tutto, soldi, tutto ciò che c’è dentro ma vi chiedo per favore il mio computer con la tesi scritta, finita, e io devo consegnarla.

Bebe Vio derubata appello

Iniziarla ora è impossibile. Dentro ci sono ance gli appunti di un’altra classe, sono 4 mesi di appunti. Se tu ladro stai guardando, ti prego, mi puoi trasferire la cartella con gli appunti e la tesi. Tieni tutto, ma ti prego, ridammi la tesi” – così si è sfogata la campionessa di scherma sui social.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Beatrice Maria Vio Grandis (@bebe_vio)

Nel concludere il suo accorato appello Bebe Vio ha esclamato: “Sono in crisi nera, devo laurearmi tra poco. Non posso non laurearmi, ti prego. Trovi tutto sul desktop nella cartella JCU, inviami tutto alla mail. Nonostante tutto, te ne sarei immensamente grata” – inoltre ha correlato al video una didascalia con le indicazioni per i ladri per poter riavere indietro la tesi da consegnare per laurearsi presso la John Cabot University in Comunicazione e relazioni internazionali.

Leggi anche: Amici 22. Gessica Notaro commuove tutti con la sua testimonianza: “Volevo entrare in questa scuola, il mio sogno…”

Si è poi saputo che l’università ha concesso in via straordinaria a Bebe una settimana in più per poter consegnare la tesi, un’ardua impresa per questo la schermitrice si è rivolta a chi l’ha derubata per invitarlo a riconsegnarle i suoi documenti da depositare in vista della seduta di laurea.

Leggi anche: Abbattimento dell’orsa JJ4, la protesta degli animalisti contro l’ordinanza del presidente della provincia autonoma di Trento Fugatti

CONDIVIDI ☞