Brutte notizie per gli italiani: da gennaio altra stangata sulle bollette di luce e gas

Advertisement

Aumento inatteso delle bollette di luce e gas: a partire dal prossimo gennaio, si avrà un forte impatto sulla situazione economica degli italiani. Il Governo sta lavorando per rendere meno gravoso l’aumento delle tariffe che potrebbe arrivare al 50%, per il gas, e al 17% o, addirittura, al 25%, per l’elettricità.

Queste le previsioni di Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia che ha considerato delle proiezioni dei rincari, senza tener conto dell’intervento del Governo, diretto a calmierare i prezzi, in modo tale da rendere meno gravoso l’aumento. Da gennaio, ci potrebbe essere una ”stangata” da non sottovalutare, anche se si cercherà di favorire i redditi medio-bassi.

In sostanza, il prezzo del gas, che ora è di 0,95 euro al metro cubo, a detta dell’esperto, potrebbe arrivare a 1,40 euro nell’arco di tempo che va da gennaio a marzo dell’anno che è alle porte. Sicuramente, si tratta di un aumento da non sottovalutare.

Aumento per gli Italiani: salgono luce e gas nel 2022

Advertisement

Aumento di luce e gas

Aumento inatteso e difficoltà economiche potrebbero essere le parole chiave del nuovo anno per molte famiglie italiane. Senza contare l’intervento del Governo, si potranno registrare rincari in bolletta per luce e gas già a partire da gennaio. Per Tabarelli: ”I due o tre miliardi che saranno stanziati in manovra per calmierare le bollette sono poca cosa.”.

L’aumento hadestato non poche perplessità anche in Assoutenti, in quanto il prezzo spot dell’elettricità, da noi, ha raggiunto i 289 euro/ megawattora, una cifra molto vicina ai 300 euro/megawattora registrati ad ottobre. L’evidente tensione nel mercato internazionale, a detta dell’esperto Furio Truzzi, costituisce un brutto presagio per le tasche degli italiani. Conviene, dunque, prepararsi per la ”stangata” economica del nuovo anno.

Non a caso, l’aumento che scatterà a partire da gennaio, andrà a sommarsi ai rincari di ottobre, per cui non sarà semplice per i consumatori far fronte a tali spese. Secondo l’Unione Nazionale Consumatori, l’aumento del costo della vita, per la famiglia media, su base annua, sarà di 1043 euro, ossia 363 euro per i trasporti, 493 euro per la casa, l’elettricità e l’acqua. Il Governo, tuttavia, sta già preparando 2,8-2,9 milioni che saranno utilizzati per ”addolcire” gli aumenti, in particolare per le fasce di reddito più basse.

Advertisement
CONDIVIDI ☞