“Non discuto con i no-vax, li faccio uscire dalla mia vita. Su Salmo la penso come Fedez”: J-Ax senza peli sulla lingua parla dei suoi colleghi e presenta il nuovo album

Advertisement

J-Ax parlando del suo nuovo progetto discografico dal titolo “Surreale” con FqMagazine si è lasciato andare a dei commenti pungenti, affrontando diversi temi di attualità: Covid, politica, le posizioni controverse degli artisti. Nel corso della sua lunga intervista il cantautore non ha poi taciuto il suo parere sui no-vax e sul polverone innescato dal caso Salmo che ha battibeccato a sua volta con Fedez.

Leggi anche: “Mi stai sul ca**o, non sei un artista”: Salmo insulta Fedez sui social e Francesco De Gregori lo difende

J-Ax parlando del suo ultimo lavoro ha annunciato delle collaborazioni speciali che hanno costellato gli 11 brani di “Surreale” tra cui il brano “Salsa” con Jake La furia, a cui si aggiungono: “Che classe” con Francesco Sarcina, “Un Tera di felicità” con Ermal Meta, “Canzone country” con Federica Abbate.

Advertisement

J-Ax Con no-Vax non discuto

J-Ax sul caso Salmo

Tra i temi affrontati dal rapper non è mancato quello relativo al live di Olbia di Salmo, a tal proposito il cantautore ha precisato di condividere l’opinione di Fedez sulla questione concerti e sicurezza, per poi ammettere di rispettare Salmo e di comprendere la sua rabbia sul tema capienze: “Lo Stato ha trattato con superficialità l’argomento dei Live”.

Non si è poi sottratto nell’ammonire il collega ribadendo che gli artisti hanno l’obbligo di “essere d’esempio alla gente e trasmettere un senso di responsabilità”. In particolare, ha contestato la definizione di Salmo ‘Non puoi definirti un artista se non infrangi le regole’, precisando che alla parola artista preferisce il termine inglese ‘entertainers’ ossia intrattenitori e che per lui trasgredire le regole deve essere qualcosa di relativo all’ambito artistico non di infrangere le leggi.

Leggi anche: “L’atteggiamento dei no-vax non ha senso, rischiano la vita”: il primario di malattie infettive Andrea Gori esprime le sue preoccupazioni

Advertisement

Il cantante ha poi sferrato una frecciatina al mondo politico ed all’opinione pubblica asserendo: “[…] La nostra categoria non crea empatia nella popolazione. La fondamentale verità è che per la maggior parte degli italiani il nostro è un ‘non lavoro’ e molti credono che siamo sempre in vacanza. Nessuno vede che dietro c’è tanta disciplina e tanto lavoro. Di conseguenza la politica, che cerca di cavalcare il proprio elettorale, non pone come priorità il tema culturale e, non a caso, i nostri temi sono sempre trattati per ultimi”.

La posizione di J-Ax su Green Pass e no-vax

Per quanto riguarda il tema Green Pass e concerti, J-Ax ha espresso il suo parere: “Per chi vuole farli subito sì. Ma io voglio avere la coscienza pulita. Non a caso ho annullato il concerto al Forum del 20 giugno. Ho vissuto il Covid, ho avvertito il pericolo… Quindi, per quello che mi riguarda, non torno in tour fino a quando non sarò sicuro che non si ammali più nessuno”.

Leggi anche: “Non voglio i no-vax sul set, ho paura”: la pornoattrice Valentina Nappi si scaglia contro i non vaccinati e svela quello che pensa su Burioni

Advertisement

Mentre la sua posizione contro i no-vax è risuonata severa: “Prima di avere il Covid dicevo che con questa gente bisognava parlare per convincerli. Ora ai no-vax, fossero anche mie fan, dico solo di uscire dalla mia vita. Ho visto il pericolo da vicino con il rischio che mio figlio rimanesse orfano. Non ho più voglia di discutere con i negazionisti ed i no-vax che mi scrivono ‘ma quanto ti pagano per aver fatto lo spot istituzionale a favore del vaccino?’ Spot che peraltro abbiamo fatto tutti gratis’”.

CONDIVIDI ☞