Il nuovo farmaco EXO-CD24 contro il Covid testato in Israele: in sole 24 ore fa registrare un significativo miglioramento dei pazienti

Advertisement

Il farmaco EXO-CD24 contro il Covid è stato testato con successo in Israele registrando dei dati soddisfacenti.

Dopo la fase di sviluppo, seguita da un team di scienziati del Sourasky Medical Center di Tel Aviv, il farmaco è stato sperimentato su un campione di 30 persone colpite dai sintomi della malattia virale di diversa entità.

La sperimentazione si è svolta presso l’Hospital Ichilov di Tel Aviv evidenziando su 29 pazienti un rapido miglioramento del quadro clinico in tempi rapidi.

Advertisement

Il farmaco EXO-CD24, in sole 24 ore ha fatto registrare un significativo miglioramento della maggioranza dei soggetti, che facevano parte del campione testato, la cui dimissione dalla struttura ospedaliera è avvenuta dopo 3-5 giorni.

Solo uno dei 30 pazienti dopo un periodo di tempo più lungo è riuscito a sconfiggere il nuovo Coronavirus.

L’efficacia del nuovo farmaco EXO-CD24 consiste principalmente nella sua capacità di agire sulla risposta immunitaria che il corpo produce contro il Covid-19, ossia sulla tempesta di citochine scatenata dal virus.

Nadir Arber, esperto israeliano che ha guidato la ricerca, ha annunciato con entusiasmo che questa sperimentazione ha segnato un “enorme passo in avanti” nella lotta contro il Covid.

Advertisement

ISRAEL-HEALTH-VIRUS

Il farmaco EXO-CD24 contro il Covid: la sua efficacia

Le potenzialità del nuovo farmaco EXO-CD24 contro il Covid sono da rintracciare negli esosomi: delle minuscole sacche che trasportano i materiali tra le cellule, mettendo a disposizione la proteina CD24 ai polmoni.

Questa la spiegazione data da Nadir Arber:

Advertisement

“Si tratta di una proteina che si trova sulla superficie delle cellule e che riveste un ruolo importante nella regolazione del sistema immunitario”.

Il farmaco EXO-CD24 contro il Covid si somministra attraverso inalazione una volta al giorno, per la durata di cinque giorni, così da attivare la sua azione localmente nella sede polmonare.

Israele: la campagna vaccinale record

Da Israele arriva poi un’altra notizia incoraggiante: nel Paese ha avuto luogo una campagna vaccinale record, visto che è stato possibile vaccinare oltre un terzo della sua popolazione in breve tempo.

In più, si sono svolte altre indagini di controllo, tra cui la misurazione degli anticorpi sulla popolazione. Ad Israele è stato condotto poi il più vasto test a livello mondiale per appurare l’efficacia del vaccino contro il Covid.

Inoltre il Paese ha avuto modo di dimostrare la solidità del suo programma di vaccinazione, che ha avuto un impatto rapido e valido sulla pandemia.

Dopo l’avvio della campagna vaccinale i casi di Covid e di ricoveri si sono ridotti drasticamente tra le persone vaccinate in poche settimane.

I primi dati raccolti dagli esperti hanno ribadito che i vaccini funzionano nella pratica quasi come negli studi clinici: hanno rivelato che il vaccino anti Covid ha effettivamente un’efficacia del 91%.

CONDIVIDI ☞