GF Vip. Il Codacons si scaglia contro Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli

Advertisement

Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli finiscono nel mirino delle critiche del Codacons, che si è scagliato contro il GF Vip per alcune condotte al limite della decenza.

Infatti l’associazione dei consumatori ha messo sotto accusa alcune esternazioni e dei siparietti, che al di là del lato goliardico, potrebbero non essere apprezzati da tutti i telespettatori.

Il Codacons ha recentemente rilasciato una dichiarazione per ammonire quanto accaduto tempo fa nella Casa con protagonisti alcuni concorrenti del reality.

Advertisement

Nel caso dei due gieffini, si sono ritrovati a pagare una penitenza di un gioco finendo per mimare alcune posizioni bollenti.

Un siparietto condannato dall’associazione in quanto ritenuto inadeguato, perché si tratta di un contenuto che potrebbe essere visionato da un pubblico di minori.

Così il presidente del Codacons ha espresso tale timore, mettendo sotto accusa il reality che va in onda h24 e per questo può registrare episodi che potrebbero ledere i telespettatori.

Così il presidente del Codacons ha espresso tale timore
Carlo Rienzi , presidente del Codacons

In un’intervista al settimanale Nuovo, il presidente del Codacons parlando della posizione dell’associazione nei confronti del GF Vip ha dichiarato:

Advertisement

“Ormai è il cattivo gusto a trionfare. Il siparietto tra Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli, che per pagare una penitenza al gioco della bottiglia hanno mimato determinate posizioni, è davvero incommentabile”.

Il Codacons bacchetta il GF Vip e si scaglia contro il siparietto bollente di Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli

Inoltre il Codacons ha espresso la preoccupazione che altri episodi, come quello tra Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli, possano riproporsi nel corso di tutta la giornata, esponendo il pubblico alla visione di contenuti inadatti.

Nelle dichiarazioni dell’associazione quindi non sono finiti sotto accusa solo Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli ma tutto il reality.

Advertisement

In particolare, il presidente di Codacons ha contestato Antonella Elia per i suoi pareri che  potrebbero infastidire il pubblico, a tal proposito ha specificato:

“Anche lei ha spesso uscite infelici come  nel caso della ‘gatta in calore’”.

In conclusione, l’associazione dei consumatori ha chiesto una maggiore vigilanza ed un intervento più deciso da parte della produzione di Mediaset e del conduttore Alfonso Signorini.

Inoltre ha chiesto di far presenziare un rappresentante di Codacons in trasmissione per porre un freno nel caso di violazioni.

Condividi: