GF Vip. Selvaggia Roma umiliata da Giacomo Urtis: “Hai un odore insopportabile, puzzi di cipolla. Vai a lavarti!”

Advertisement

Selvaggia Roma al GF Vip è spesso il centro delle discussioni, che hanno abbandonato i toni della provocazione per diventare più seri, non mancano poi momenti in cui la gieffina si lascia andare all’ironia.

Dopo un ingresso caratterizzato da polemiche, scatenate dalle sue dichiarazioni su alcuni coinquilini, Selvaggia Roma ha mostrato altro di sé.

Così ha fatto emergere la sua fragilità legata ad un passato difficile ed al rapporto complicato con i genitori.

Advertisement

A queste confidenze fatte a Maria Teresa Ruta si sono poi aggiunte alcune rivelazioni più delicate che la Roma ha fatto a Tommaso Zorzi, al quale ha raccontato il tentato suicidio del fratello.

Un ritratto di Selvaggia Roma più sfaccettato e dalle tinte più vivaci si è così delineato negli ultimi giorni, che hanno permesso al pubblico da casa ed ai coinquilini di comprendere meglio la gieffina.

Ma Selvaggia Roma è diventata poi il bersaglio di Giacomo Urtis, che ha rivelato agli altri vipponi un particolare intimo sulla gieffina: l’odore puzzolente delle sue ascelle.

Selvaggia Roma umiliata da Giacomo Urtis

Advertisement

Giacomo Urtis rivela un dettaglio alquanto intimo di Selvaggia Roma

Dopo la diretta del GF Vip, Selvaggia Roma è stata presa di mira da Giacomo Urtis, che durante la notte le ha fatto notare che era la causa di una puzza soffocante.

I due che si sono ritrovati a condividere il letto, hanno affrontato questo argomento che ha provocato delle sonore risate tra i due, che hanno svegliato anche gli altri gieffini che dormivano nella camera blu.

Dopo la puntata in diretta del reality, Selvaggia Roma è corsa a letto evitando di lavarsi.

Advertisement

Come conseguenza il chirurgo dei vip ha stanato la sua trascuratezza dichiarando a tutti i coinquilini della Casa più spiata d’Italia:

“Io dormo con Selvaggia, ha delle ascelle pazzesche, e come dormire con una cipolla, l’ho mandata pure a lavarle una sera, odore insopportabile”.

Giacomo Urtis si è spinto oltre aggiungendo: “Un odore di sudato di ascelle, aveva impestato tutta la camera, un odore di cipolla soffritta, non si poteva stare. Ho preso lo spray e gliel’ho spruzzato, poi l’ho mandata a lavarsi”.

Così il noto chirurgo estetico ha svelato agli altri coinquilini un particolare non troppo piacevole di Selvaggia Roma, rimarcando come l’odore delle sue ascelle è qualche volta insopportabile.

Condividi: