In arrivo il grembiule giallo nella scuola materna: l’iniziativa per favorire la parità di genere e sradicare ogni tipo di stereotipo

Advertisement

Un dirigente scolastico di una scuola materna in provincia di Pistoia ha chiesto il grembiule giallo per bambini e bambine con lo scopo di promuovere l’integrazione e l’accettazione, sostenendo in prima battuta la parità di genere. Una richiesta che ha fatto la sua comparsa nel testo di una circolare firmata dal dirigente dell’Istituto comprensivo Salutati – Cavalcanti della scuola materna di Borgo a Buggiano, in provincia di Pistoia.

Quindi entrerà in vigore per l’anno 2023/2024 la rinuncia ai classici azzurro e rosa, scegliendo invece il grembiulino giallo, che sarà l’unico colore consentito nella scuola dell’infanzia. Una scelta che il dirigente scolastico della scuola materna toscana ha motivato approfonditamente. Nel testo della circolare infatti si spiegano le ragioni per cui l’istituto pistoiese ha deciso di approvare una simile scelta, adducendo la necessità di favorire la parità di genere, conferendo gli stessi diritti agli alunni con la consapevolezza che bambini e bambine sono uguali.

In arrivo nella scuola materna il grembiule giallo per favorire la parità di genere

Grembiule giallo

Advertisement

Rispettando poi le linee guida del testo “Indicazioni nazionali del primo ciclo”, l’istituto ha ritenuto che una simile soluzione permettesse di sostenere lo sviluppo dell’identità di genere, che gioca un ruolo centrale nella preadolescenza. Per aiutare i più piccoli a prendere coscienza di sé, l’Istituto comprensivo Salutati – Cavalcanti della scuola materna di Borgo a Buggiano ha pensato che fosse necessario improntare un tipo di educazione votato al rispetto delle differenze di genere facendo cadere ogni tipo di stereotipo in nome invece del rispetto reciproco.

Il Collegio dei docenti ha deliberato di unificare il colore del grembiule per dare uniformità con la scuola Primaria, ma anche per supportare una rispettosa scelta identitaria. Il grembiule giallo in quanto colore unico si pone come scopo quello di saldare il senso comunitario e di appartenenza ad un gruppo unito, nel quale i bambini e le bambine non percepiscano differenze ma si sentano autorizzati ad essere se stessi ed anche ad impegnarsi a creare unione e condivisione.

Leggi anche: Allarme siccità, 500 euro di multa a chi lava l’auto: scatta il provvedimento per limitare i consumi idrici

CONDIVIDI ☞