Advertisement

Kimberly Bonvissuto è stata ritrovata: ‘È viva e sta bene, la famiglia è stata informata’

Advertisement

La giovane Kimberly Bonvissuto, ventenne residente a Busto Arsizio, è stata al centro di una scomparsa allarmante all’inizio della scorsa settimana, che ha scatenato un’intensa ricerca da parte delle autorità. La Polizia di Busto Arsizio, sotto la direzione della Procura, ha intrapreso indagini approfondite che hanno infine portato al ritrovamento della ragazza. È stato stabilito che Kimberly ha lasciato la propria abitazione di sua spontanea volontà, come dichiarato dal procuratore Carlo Nocerino. Durante il periodo di incertezza, Mariano Bonvissuto e Graziana Tucci, i genitori di Kimberly, hanno espresso forte apprensione e hanno fatto appelli pubblici affinché la figlia li contattasse per comunicare dove si trovasse.

Kimberly

Dettagli del Giorno della Scomparsa

Il giorno della scomparsa, Kimberly aveva informato la madre che sarebbe andata a incontrare la cugina. Tuttavia, è emerso in seguito che aveva in realtà un appuntamento con un ragazzo e aveva chiesto alla cugina di coprire la sua assenza. Più tardi, ha contattato la madre per avvisarla che sarebbe rimasta fuori per cena e sarebbe tornata a casa in serata, ma da quel momento è scomparsa. Questo ha scatenato un’intensa ricerca nella zona di Busto Arsizio, con l’acquisizione di filmati da telecamere pubbliche e private​​.

Stato di Salute e Ipotesi della Fuga d’Amore

La Procura di Busto Arsizio ha confermato che Kimberly è in buona salute e si trova in territorio italiano. L’ipotesi più probabile è quella di una fuga d’amore con il ragazzo incontrato. La giovane non ha subito minacce o intimidazioni, ma si è allontanata di sua iniziativa. Queste informazioni hanno rafforzato l’ipotesi che la sua scomparsa fosse un allontanamento volontario, ipotesi già considerata dagli inquirenti nei giorni precedenti il ritrovamento​​.

Il pubblico ministero Susanna Molteni, coordinatrice delle ricerche, ha aperto un fascicolo per fatti non costituenti reato, un passaggio necessario per acquisire la denuncia di scomparsa e attuare gli accertamenti tecnici per rintracciare la ragazza, conclusisi con successo. Il caso di Kimberly Bonvissuto si chiude quindi con il suo ritrovamento, un esito positivo che ha portato sollievo alla famiglia e alla comunità​​.

Leggi anche: Scomparsa Kimberly Bonvissuto, l’angoscia del padre che fa un appello: “Facci sapere se stai bene”

CONDIVIDI ☞