“L’aborto e la passione per il gioco d’azzardo”: Katia Ricciarelli si mette a nudo e si lascia andare alle confessioni più intime

Advertisement

Katia Ricciarelli impegnata al momento al GF Vip, prima di entrare nella Casa di Cinecittà ha concesso un’intervista fiume a Francesca Fagnani durante una puntata coinvolgente del programma Belve, dove sono emersi diversi retroscena della vita privata del soprano. Nel corso del suo lungo sfogo, la cantante lirica ha affrontato temi del passato alquanto delicati, come nel caso dell’aborto e della sua passione per il gioco d’azzardo. La Ricciarelli senza remore si è messa a nudo raccontando se stessa a Francesca Fagnani, così ha affrontato diversi argomenti rispondendo senza indugio alle domande rivoltele dalla giornalista.

Leggi anche: Lulù Selassié e la confessione choc al GF Vip: ”Neanche i soldi per mangiare”

Così alla domanda: “Che cosa le è mancato nella sua vita?”, la cantante lirica ha replicato: “Dovrei dirti ‘il figlio’, ma poi ho capito una cosa: se non è venuto doveva essere così, quindi questo accanimento che c’è a volte non va bene perché poi i rapporti si rovinano”. Katia Ricciarelli ha affrontato senza scomporsi un retroscena amaro del suo passato legato agli inizi del suo rapporto con Pippo Baudo, quando rimase incita e lui le chiese di abortire.

Advertisement

Ai microfoni della serie prodotta da Loft Produzioni per Discovery Italia la cantante ha poi detto: “Evidentemente pensava che fosse troppo presto, eravamo appena fidanzatini, di nascosto, ma va bene così. E poi sono stata punita evidentemente è giusto così. Anche questo fa parte del destino”.

Katia Ricciarelli aborto gioco
Katia Ricciarelli

La passione di Katia Ricciarelli per il gioco d’azzardo

Il soprano ha poi parlato della sua passione, non tanto segreta, per il gioco d’azzardo, che non ha mai nascosto rivelando però di viverlo come puro divertimento non come un’ossessione. “Tra i vari hobby quello del gioco, in particolare le slot machine. Un momento in cui mi trovo da sola con una macchinetta che prende tanti calci da me: ‘E damme una cosa, e damme un punto!’ […]. Per delle macchinette così 150mila euro fai conto. Il tempo in cui il cassiere stava per recarsi a fare la ricevuta che io ne ho fatta un’altra. Però, guarda, sono stata due mesi senza lavorare”.

Leggi anche: “Io non posso più guarire. Devo convivere per sempre con la mia malattia”: Francesca Neri spiazza Mara Venier parlando del suo dramma

Katia Ricciarelli ha anche ammesso di perdere, e così alla domanda della giornalista: “Ma quanto ha perso, quando ha perso forte, la volta peggiore che lei si ricorda? “, lei ha risposto: “La volta peggiore sempre inferiore comunque ai 5mila euro. Io ho più vinto che perso, però vaglielo a dire alle persone che etichettano le altre come ludopatiche“.

Advertisement
CONDIVIDI ☞