La Lega di Salvini contro il Green Pass obbligatorio: “Se lo impongono, allora tamponi gratis per tutti”

Advertisement

Giornata molto calda e piena di polemiche quella appena conclusasi nella Commissione Affari Sociali del Parlamento. La Lega boccia il Green Pass obbligatorio e subito si scatena la bagarre.

La posizione della Lega sulla obbligatorietà del Green Pass ha acceso polemiche e rischia di mettere in discussione la stabilità del Governo. “Chiedo un chiarimento politico perché la Lega col voto di oggi alla Camera contro il Green pass si pone di fatto contro e fuori dalla maggioranza”, ha detto Enrico Letta, Segretario del Partito Democratico.

Leggi anche:“Un altro infame da giustiziare, devi crepare”: Luigi Di Maio minacciato di morte dai No-vax e No Green pass 

Advertisement

Green pass

Matteo Salvini contro il Green Pass obbligatorio

Non si è fatta attendere la replica di Matteo Salvini che della Lega è il leader nazionale. “Se lo Stato impone il Green Pass, tuona il Segretario del Carroccio, deve garantire tamponi gratis per tutti“. Mentre il Premier Mario Draghi in serata fa sentire la sua voce dicendo che non intende avallare forzature che stracciano le decisioni prese in Consiglio dei Ministri, la polemica contro la Lega infiamma il dibattito.

È ancora Matteo Salvini a puntualizzare la decisione che ha portato il suo partito a votare, di fatto, con le opposizioni.

“Se lo Stato impone la certificazione verde per lavorare, viaggiare, studiare, fare sport, volontariato e cultura, deve anche garantire tamponi, rapidi e gratuiti, per tutti”.

Il leader della Lega sembra così strizzare l’occhio a quanti, sia nel mondo della scuola che nei posti di lavoro, vedono con sospetto la obbligatorietà del Green Pass. “Ci sono milioni di italiani che non possono spendere altre centinaia di euro ogni settimana, in un momento già economicamente difficile, ha aggiunto Salvini alludendo al costo dei tamponi. “Vediamo se Partito Democratico e 5 Stelle voteranno a favore di questa proposta della Lega in Commissione” .

Advertisement

Leggi anche:“Se torna la legge Fornero mettiamo i Tir all’ingresso delle autostrade”: Matteo Salvini sbotta furioso contro la riforma pensionistica e Lamorgese

Poi, per alimentare ancora di più la polemica, la stoccata contro la Deputata Cirinna’ del Partito Democratico : “Non tutti trovano 24.000 euro in contanti nella cuccia del cane”. L’allusione, molto esplicita, al ritrovamento della somma in contanti nella cuccia del cane da parte dell’esponente del PD.

CONDIVIDI ☞