“Ci vogliono sterminare con chip e controllare con 5 G”: le dichiarazioni dell’ex grillina no-vax candidata con Enrico Michetti fanno esplodere le polemiche

Advertisement

Le parole di Francesca Benevento, candidata con Enrico Michetti, evocano la posizione no-vax caldeggiata con termini analoghi da Eleonora Brigliadori. L’ex grillina, consigliera del Gruppo Misto al XII Municipio, come la showgirl sostiene le tesi complottiste, negando l’esistenza del Covid e ribadisce la sua contrarietà alla vaccinazione. Secondo la sua posizione si tratterebbe di una sorta di sterminio di massa pianificato perché siamo troppi sul pianeta.

Leggi anche: “Ecco cosa succede se vi vaccinate”, ennesima dichiarazione choc di Eleonora Brigliadori

“La pandemia è stata pianificata per decenni, tutto è stato orchestrato con frodi di massa, corruzione globale, censura senza precedenti ed estrema corruzione nei media e nei governi” – questo quanto postato su Facebook da Francesca Benevento, candidata con Enrico Michetti.

Advertisement

Ci vogliono sterminare con chip e controllare con 5 G Francesca Benevento

La posizione no-vax e le tesi complottiste sostenute dalla candidata con Enrico Michetti

Le tesi dichiaratamente no-vax di Francesca Benevento hanno alimentato nuove polemiche, generando anche sconcerto dal momento che ricopre un ruolo istituzionale, e che corre per la carica di consigliera comunale in Campidoglio. Nel mondo politico si vocifera che le sue esternazioni potrebbero incidere negativamente sul cammino del candidato sindaco del centrodestra.

Leggi anche: “Vi uccideranno con impulsi 5G”, la terribile profezia di Eleonora Brigliadori contro i vaccini supera ogni limite

Sui social oltre a rivendicare la sua posizione no-vax, la candidata con Michetti si fa portavoce di tesi complottiste e negazioniste come nel caso del piano dei poteri forti di sterminare la popolazione mondiale perché siamo troppi sul pianeta: “[…] Decimare la popolazione per sottometterci meglio con vaccino dotato di microchip per identità digitale e controllarci telematicamente con il 5G”. Nella visione quasi apocalittica dell’esponente politica l’essere umano sarà assimilato ad una sorta di antenna e le élite mondiali avranno il controllo sulla mente, inviando impulsi dolorosi tramite i chip installati nel corpo degli uomini con 5G nel caso di ribellione.

Advertisement
CONDIVIDI ☞