Il nuovo Dpcm in vigore dal 16 Gennaio smorza gli entusiasmi: tutte le limitazioni previste per gli italiani

Advertisement

Terminate le vacanze di Natale tutti gli italiani, in attesa del nuovo Dpcm, hanno guardato con una speranza di riapertura ciò che il Governo avrebbe deciso.

Il nuovo Dpcm smorza molti entusiasmi, facendo rimanere semi-bloccata l’Italia, e mantenendo la suddivisione per colori dei vari territori regionali.

Quella che era stata salutata come una novità, ovvero l’introduzione di una possibile zona bianca, al momento resta una speranza, visto l’indice Rt che continua a mantenersi alto.

Advertisement

Zona bianca viene definita una regione il cui indice è di 50 positivi ogni 100.000 abitanti.

Riaprono i musei, ma solo dal lunedì al venerdì per quei territori in zona gialla o bianca naturalmente, rimangono invece chiuse palestre, piscine e impianti sciistici.

Nuovo Dpcm gennaio

Le scuole nel nuovo Dpcm

La decisione prevista nel nuovo Dpcm di riaprire parzialmente le scuole da lunedì 18 gennaio, con una presenza che va dal 50 al 75% è possibile, è comunque demandata alle singole Regioni in colore giallo e arancione.

Advertisement

DAD invece per quei territori che sono rossi.

Il tema delle visite ad amici e parenti rimane confinato dentro regole e limiti ben precisi.

Leggi anche: Rovigo. Festa di compleanno clandestina in un appartamento di 50 metri quadrati: identificati e multati 18 giovani

Advertisement

A prescindere infatti dai colori dei singoli territori regionali, il Governo, nel nuovo Dpcm, ha ritenuto necessario porre un freno agli spostamenti.

Rimane infatti vietato, anche per le zone gialle, lo spostamento tra Regioni.

Sino al 15 febbraio quindi, anche la visita ad un genitore rimane interdetta a meno che lo stesso non sia in una situazione di urgente necessità.

Leggi anche: Calabria. Indagato il medico che vaccinava parenti e amici: “Porta chi vuoi, il tampone lo facciamo pure ai gatti”

Notizie invece più incoraggianti per il ricongiungimento dei partner.
È possibile avendo sempre con sé l’autocertificazione.

Attenzione però: secondo il nuovo Dpcm, le coppie potranno ritrovarsi nell’abitazione che normalmente condividono e non, ad esempio, in una seconda casa fuori regione.

Anche gli spostamenti nelle seconde case rimangono previsti, ad esclusione delle zone rosse, solo all’interno del Comune di residenza.

Limitazioni rimangono anche per le visite agli amici

L’obbligo di farlo solo per due persone con al seguito un figlio minore di 14 anni e conviventi con disabilita, rimane pressoché invariato.

Nelle regioni gialle o bianche questo spostamento può comprendere il territorio regionale, mentre nelle altre permane solo all’interno del proprio Comune.

Leggi anche: Covid, l’allarme di Massimo Galli sull’ Italia: “A breve saremo messi molto male”

Da lunedì 18 gennaio ad eccezione di Toscana, Sardegna, Campania e Basilicata, si legge nel nuovo Dpcm, tutte le altre regioni rimangono in fascia arancione.

Ad esclusione di Lombardia, Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano che, invece, sono rosse.

Condividi: