Un prete esorta i suoi fedeli a bere il vino: “Bevete vino, gli astemi non vanno in paradiso”

Advertisement

L’omelia ironica del prete della chiesa di Borgotrebbia ha fatto il giro del mondo. Il parroco ha rivolto un invito scherzoso ai suoi fedeli, bere vino perché gli astemi non vanno in Paradiso.

In Paradiso si beve solo vino, quindi a Natale si mangia tutto e non si beve la Coca-Cola. L’invito rivolto a tutti i partecipanti, grandi e piccoli ha ancora una volta lasciato tutti sbalorditi ma rubato un sorriso.

Omelia ironica a Borgotrebbia, un parroco già conosciuto applaudito dalla sua platea

Omelia ironica filmata e finita su tutti i social. L’esortazione del prete ha un tono scherzoso e così Don Pietro Cesena, della parrocchia di Borgotrebbia, provincia di Piacenza, è riuscito non con molta difficoltà a strappare un sorriso ai suoi fedeli presenti in occasione della messa di Natale.

Advertisement

Un’omelia simile sui generis è in grado di convertire anche il miscredente più incorruttibile. La grande forza di volontà di Don Cesena ha dimostrato come si può andare avanti nonostante le restrizioni anti covid. Il clima austero va via per lasciare spazio a tante emozioni e tanta spensieratezza che purtroppo al giorno d’oggi è rara.

Prima che l’omelia ironica giungesse al termine il prete si è dovuto fermare perché la platea senza esitazione ha reagito con applausi e risa. Tantissimi i video caricati sui social nell’immediato e che hanno ottenuto centinaia di condivisioni oltre che l’approvazione di tutta la comunità religiosa.

omelia ironica
omelia ironica

L’invito del prete durante la quarantena ha lasciato tutti senza parole, Don Pietro non ha paura del Governo

Don Pietro Cesena in realtà è un prete già conosciuto e protagonista delle cronache del luogo. Per esempio ad aprile, quando venne imposto il divieto di celebrare messa con la presenza dei fedeli a causa del coronavirus il parroco aveva infranto la regola pagando successivamente una multa di ben 400 euro. Poi spiegò che la sua gente e non solo stava impazzendo e che non sarebbe stato corretto continuare a tenerli chiusi in casa privandoli anche di partecipare alla messa.

Advertisement

L’esperienza cristiana insegna ad andare incontro agli altri e non a chiudere le porte. Cristo oltretutto supera tutte le barriere ed anche le porte di chi lo ama deve avere la possibilità di andargli incontro senza avere paura di niente e nessuno.

Poi invitò i suoi fedeli a non pagare le multe della Polizia ma andare ugualmente in chiesa perché le imposizioni del Governo possono essere giudicate soltanto oppressive. Non tutto ruota intorno ai soldi.

Condividi: