Renato Brunetta in lacrime, il ministro insultato da Marta Fascina: “Ecco come mi ha offeso la compagna di Berlusconi”

Advertisement

Renato Brunetta intervistato da Lucia Annunziata nella sua trasmissione Mezz’ora in più, dopo aver parlato di elezioni, programma politico e polemiche divampate dopo la sua uscita da Forza Italia, ha dato la sua risposta al commento offensivo che le ha rivolto Marta Fascina, compagna di Silvio Berlusconi. Sollecitato dalla giornalista, il politico ha così spiegato che da sempre fa i conti con le battute ed i commenti velenosi sulla sua statura, che non lo infastidiscono più ma che vive comunque come una forma di violenza.

Sul finale della sua intervista nel talk di Rai 3 di Lucia Annunziata, il ministro della pubblica amministrazione ha deciso di replicare all’insulto di Marta Fascina, che nel disapprovare la sua recente frattura con Forza Italia lo ha apertamente offeso attraverso un tiro mancino: la compagna di Berlusconi ha pubblicato su Instagram il brano “Un giudice” di Fabrizio De Andrè, che racconta della scalata di un nano nel mondo della magistratura. Renato Brunetta ha così trovato la cornice ideale per affrontare il suo tallone d’Achille e per rispondere a tono all’invettiva della Fascina.

La replica di Renato Brunetta alle offese di Marta Fascina

È una vita che vengo violentato per la mia bassezza. Mi dicono tappo o nano. E ho sofferto per questo e continuo a soffrire, perché non mi è passata, ma ho anche le spalle larghe, perché nella mia vita ho fatto un po’ di cose: il professore universitario, due volte il ministro, il parlamentare europeo, il presidente di commissione in Europa, ho scritto libri, ho fatto tante cose.

Advertisement

Ma essere violentato, Marta, non tanto per me che ho le spalle larghe, anche se ci soffro ancora, ma per tutti quei bambini e quelle bambine che non hanno la fortuna di essere alti e belli e che possono avere in me un esempio, quanto meno di dire ‘Guardate Brunetta, nano com’è, eppure…'” – questo lo sfogo coinvolgente dell’ex esponente di Forza Italia.

Brunetta si commuove

Nel concludere la sua replica, Renato Brunetta è tornato a rivolgersi alla compagna del Cavaliere sentenziando: “Ecco, voglio sdoganare questo termine su di me, anche se mi ha fatto soffrire: nano. Vai avanti così tu, Marta, perché consentirai di sdoganare anche questa violenza. Parlarne vuol dire elaborare questo termine, non mi era mai riuscito di parlarne questo in pubblico, ma adesso ne parlo”. 

Advertisement

Lucia Annunziata dopo aver ascoltato lo sfogo del suo ospite, che ha voluto farsi portavoce di chi come lui riceve offese per la statura, solo sul finale ha preso la parola per pronunciare un commento che ha fatto divampare una polemica social. La giornalista ha dimostrato il suo sostegno a Brunetta cadendo in fallo, visto che ha sottolineato la bellezza degli occhi azzurri del ministro parlando di razze superiori, un commento suonato come una presa di posizione di stampo razzista.

Leggi anche: I genitori abbandonano il figlio in Autogrill e scappano, il Comune costretto a mantenere il ragazzo fino alla maggiore età: “Ecco quanto ci costa ogni giorno”

CONDIVIDI ☞