Advertisement

“Torna in Italia”. Chico Forti, liberato dopo 24 anni di carcere: ecco chi è e l’errore giudiziario

Advertisement

Chico Forti, dopo aver trascorso 24 anni dietro le sbarre negli USA, finalmente vedrà l’Italia.

Chico Forti torna in Italia, l’annuncio

È con gioia che annunciamo il suo imminente ritorno, frutto dell’impegno comune del nostro governo e degli Stati Uniti, per cui siamo grati. È una vittoria per Chico, la sua famiglia e tutti noi – abbiamo mantenuto la nostra promessa e ora non vediamo l’ora di accoglierlo a casa. Queste le parole di Giorgia Meloni, la nostra leader, che ha condiviso la notizia da Washington e si è poi incontrata con Joe Biden.

Antonio Tajani, ministro degli Affari esteri, ha espresso il suo orgoglio per il duro lavoro e la dedizione del governo e della diplomazia italiana che hanno portato a questo risultato significativo. “È una notizia eccellente“, ha aggiunto Matteo Salvini, riaffermando l’impegno e la serietà del nostro governo.

"Torna in Italia". Chico Forti, liberato dopo anni di carcere: ecco chi è e l'errore giudiziario

Chi è Chico Forti, tutto su di lui

Chico Forti, 65 anni, ex produttore televisivo e campione di windsurf, si è sempre considerato innocente di fronte alle accuse di omicidio negli USA. Emigrato negli Stati Uniti nei primi anni ’90, ha conosciuto e sposato Heather Crane, dalla quale ha avuto tre figli. Nel 1998, Forti viene arrestato per l’omicidio di Dale Pike, un uomo d’affari trovato senza vita su una spiaggia di Miami.

Pike era arrivato in Florida per discutere un affare con Forti, il quale avrebbe tentato di acquistare un resort a Ibiza noto per i festeggiamenti di Freddie Mercury. L’accusa ha sostenuto che Forti avesse ingannato Pike, che soffriva di demenza, e lo ha accusato di un “felony murder”, un omicidio avvenuto durante la commissione di un altro crimine. Nonostante le accuse, Forti ha sempre negato ogni coinvolgimento nell’omicidio.

Dopo la condanna all’ergastolo, Forti ha trascorso gli anni in una prigione di massima sicurezza, proclamando sempre la sua innocenza e lottando per tornare in Italia. La sua storia ha attirato l’attenzione e la solidarietà di molti, diventando un caso anche politico.

Nel 2020, sembrava che Forti potesse beneficiare della Convenzione europea dei diritti dell’uomo per essere trasferito in Italia, ma la situazione rimase in stallo. Ora, con l’annuncio di Meloni, sembra che Forti potrà finalmente tornare in Italia, chiudendo un capitolo lungo e doloroso della sua vita.

CONDIVIDI ☞