Anna Falchi senza freni, la bollente confessione che fa impazzire i fan: “Mi piace il cat calling, per me l’uomo deve…”

Advertisement

Anna Falchi, dopo aver raggiunto il traguardo dei 50 anni, ha rilasciato diverse interviste nelle quali non solo si è spinta a fare un bilancio sulla sua vita professionale e privata, ma si è lasciata andare anche a delle confessioni inedite. Nelle sue recenti interviste, la showgirl di origini finlandesi ha ricordato ad esempio la sua storia con Fiorello, raccontando un retroscena legato al tradimento che ha subito da parte dello showman siciliano a causa del quale ha deciso da allora di non festeggiare più il suo compleanno.

La conduttrice recentemente ha anche parlato del suo presente accanto ad Andrea Ruggieri che è entrato nella sua vita nel 2011 quando era in attesa di sua figlia Alyssa, che oggi ha 11 anni. Nella cornice della trasmissione radiofonica, Un giorno da Pecora, la Falchi è intervenuta come ospite ed in questo caso ha fatto delle dichiarazioni inaspettate.

Anna Falchi non condanna il cat calling e finisce sotto attacco sui social

La conduttrice de I Fatti Vostri ha ammesso di essere una fan del cat calling, una posizione ben diversa da quella denunciata tempo fa sui social da Aurora Ramazzotti che ha condannato il comportamento maschile di fare apprezzamenti troppo spinti per strada.

Advertisement

Invece la Falchi ha detto di pensarla in modo diverso commentando: Viva il cat calling, dopo 50 anni! Ma magari ce ne fossero, io non mi offendo per niente e magari sono pure carucci. Mi piace, mi fa sorridere…Noi donne ci lamentiamo sempre che non ci sono più gli uomini virili, che non ci corteggiano più. Eh certo! Se gli mettiamo tutta questa pressione, sono terrorizzati. Lasciamoli esser anche un po’ maschi, anche un po’ rozzi, l’uomo ha da puzzà”.

Anna Falchi Viva cat calling

Leggi anche: Anna Tatangelo ci ripensa, voci clamorose dopo l’addio a Livio Cori: “Tradita da un dettaglio”

Durante il suo intervento ai microfoni di Un giorno da Pecora, la conduttrice si è sbottonata rivelando inoltre di aver anche lei sperimentato goffamente il cat calling, e dopo averlo fatto ha svelato di aver provato un forte imbarazzo. “Mi è capitato di abbassare il finestrino, avvicinare un bell’uomo e dirgli: ‘Ehi, ciao bel ragazzo, dove vai senza di me?’ Poi dopo sono andata via vergognandomi!”.

Advertisement

Le rivelazioni di Anna Falchi hanno creato qualche mormorio sui social, diverse voci non hanno apprezzato le sue parole, disapprovando la sua benevolenza nei confronti della pratica di rivolgere commenti per strada alle donne, che viene additata come sessista ed avvilente da parte della stragrande maggioranza dell’opinione pubblica.

Leggi anche: Anna Falchi, la sconvolgente confessione sul tradimento di Fiorello: “Ecco cosa ho fatto quando l’ho scoperto”

CONDIVIDI ☞