Advertisement

Sinner e compagni snobbano Mattarella: salta l’incontro al Quirinale. “Ci dispiace, siamo in vacanza”

Advertisement

Nonostante fosse stata confermata la data dell’incontro, l’appuntamento tra il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e gli azzurri del tennis che hanno vinto la Coppa Davis è saltato: la Presidenza della Repubblica aveva annunciato su X (ex Twitter) l’incontro per il 21 dicembre, ma in seguito il presidente della Federazione Italiana Tennis, Angelo Binaghi, ha smentito, citando impegni preesistenti dei tennisti, tra cui vacanze e preparativi per la stagione agonistica in Australia.

Jannik Sinner, uno dei giocatori, durante un’intervista ha fatto riferimento a questi impegni, menzionando che alcuni sarebbero stati alle Maldive. “Il 21 dicembre purtroppo non potremmo andare al Quirinale: ci dispiace da morire per il presidente Mattarella con cui abbiamo una promessa in sospeso” – il commento di Binaghi che ha enfatizzato l’importanza di non deviare dalle routine e metodi di lavoro della squadra, pur esprimendo rammarico per non poter onorare l’impegno con Mattarella, ha anche accennato ad una promessa in sospeso con il Capo dello Stato, sottolineando la volontà di rimediare in futuro.

Il mancato incontro tra gli azzurri del tennis e Sergio Mattarella

azzurri del tennisNel giustificare il mancato incontro, Angelo Binaghi ha espresso dispiacere e gratitudine alle cariche di Stato: “[…] Ci dispiace per il presidente Mattarella, perché abbiamo avuto il governo vicino, con il ministro dello Sport e col messaggio che mi ha mandato la premier: lo faremo quando ci sarà possibile, perché abbiamo una promessa in sospeso con il Capo dello Stato. Quando fui invitato con Matteo Berrettini fresco finalista di Wimbledon insieme alla nazionale di calcio vincitrice agli Europei gli dissi: ‘per noi è una data storica ma non finisce qui’. Presto verremo da lei vincitori e non finalisti”.

Leggi anche: Kimberly Bonvissuto è stata ritrovata: ‘È viva e sta bene, la famiglia è stata informata’

Il presidente di Federtennis ha poi precisato che dopo gli Open d’Australia, previsti per metà gennaio, si potrà fissare una data per recuperare l’incontro. La risposta del presidente Sergio Mattarella è stata di comprensione e flessibilità, ha espresso il desiderio di incontrare la squadra di tennis in qualsiasi giorno da loro scelto, da quanto riferito da fonti vicine al presidente, il Capo di Stato ha ribadito la volontà di incontrare i ragazzi vincitori della Coppa Davis “in qualunque giorno da loro scelto a partire da oggi”.

Leggi anche: Vittorio Feltri crea sconcerto con le sue dichiarazioni sull’avvocato di Filippo Turetta: “Vestite da putt**a…”

 

CONDIVIDI ☞