“McGregor è un pazzo, dovrebbe andare in galera”: Benji svela la verità sull’aggressione di Francesco Facchinetti da parte del campione di arti marziali

Advertisement

Dopo la denuncia social di Francesco Facchinetti, Benji ha ricostruito l’aggressione di Conor McGregor, spiegando come si sono svolti gli episodi, per poi condannare duramente il comportamento del campione di arti marziali miste.

Benjamin Mascolo presente durante l’increscioso episodio, ha assistito insieme a Bella Thorne all’aggressione subita da Facchinetti, che ha raccontato in una serie di storie social, confermando così che Conor McGregor, in trasferta a Roma per il battesimo del figlio, ha preso a pugni senza alcun motivo Facchinetti. Benji in compagnia di Bella Thorne ha partecipato ad una festa presso il lussuoso gotel St. Regis, dove alloggiava McGregor quando si è reso protagonista dell’aggressione.

Leggi anche: “Ci mangio e quando arriva il bonifico sono felice”: Antonella Mosetti ammette di vivere grazie alle foto che pubblica sui social

Advertisement

Facchinetti contro McGregor

La condanna di Benji contro Conor McGregor dopo il pugno sferrato a Francesco Facchinetti

Ricostruendo l’episodio accaduto, Benjamin Mascolo ha fatto sapere al suo seguito social ogni dettaglio: “Siamo arrivati verso l’1 […]. Conor è arrivato, per 2 ore abbiamo parlato con toni amichevoli. Verso le 3 con mia moglie abbiamo deciso di andar via, visto che avremmo dovuto rientrare a Milano in mattinata. Conor ha insistito perché rimanessimo, voleva continuare a far festa. Francesco a quel punto ha detto ‘se volete andare, non c’è problema. Restiamo noi’. Improvvisamente, senza alcun motivo, McGregor ha colpito Francesco con un pugno vero: gli ha rotto il labbro, Francesco perdeva sangue. È volato dall’altra parte della stanza, non so come abbia fatto a rimanere in piedi […]”.

Leggi anche: “Tu pensi a come rompe i co***oni a me!”: Sabrina Ferilli sbotta furiosa contro Maria De Filippi a Tu sì que vales, ma la conduttrice nega tutto

Benji ha poi condannato con parole severe il comportamento del campione di arti marziali miste: Una persona in grado di uccidere con le proprie mani come Conor McGregor deve finire in galera per una cosa del genere. C’era mia moglie in quella stanza a mezzo metro da quel pazzo di m***a. Se avesse preso lei il pugno in faccia? Avevo una stima enorme per l’atleta […]. Poteva dare un pugno a me, a mia moglie, a mio fratello. È stato scioccante, sono scandalizzato. Sono dalla parte di Francesco, gli ho detto che era suo dovere denunciare per evitare che una cosa del genere si ripeta. Se bisogna andare in tribunale, io andrò in tribunale”.

Advertisement
CONDIVIDI ☞