Dramma Giorgio Armani, il doloroso retroscena che ha sconvolto la sua vita: “Quella orribile malattia…”

Advertisement

Giorgio Armani ha vissuto un dramma che l’ha segnato profondamente. Lo stilista, da sempre icona della moda, ha fondato un marchio che é garanzia di successo fin dal 1975. Non a caso, la sua firma é stata scelta da star del mondo dello spettacolo come Richard Gere, Leonardo Di Caprio, Penelope Cruz e Christian Bale. Tra le sue collaborazioni di successo si ricorda quella con Martin Scorsese per la realizzazione di un documentario sul cinema italiano.

La vita di Giorgio Armani é stata caratterizzata da grandi successi, ma anche da vicende personali non proprio felici. In particolare, lo stilista ha dovuto affrontare un problema relativo ad una persona a lui molto vicina. Si tratta del suo compagno che ha sempre condiviso con lui i successi che hanno reso Armani famoso in tutto il mondo.

Nel corso di un’intervista rilasciata a Vanity Fair, Giorgio Armani ha parlato del lungo calvario vissuto accanto al suo compagno, un’esperienza drammatica che l’ha segnato profondamente. Sergio Galeotti, questo il suo nome, é un architetto italiano, nonché cofondatore dell’impresa Armani.

Giorgio Armani: il racconto dell’episodio drammatico che ha traumatizzato lo stilista

Advertisement

Giorgio Armani ha vissuto, indirettamente, un’esperienza devastante che ha rappresentato uno dei periodi più difficili della sua vita. Galeotti, il suo compagno, é morto all’età di 40 anni per una leucemia che non gli ha lasciato scampo. Per Armani é stata una grande perdita, visto che i due sono stati compagni non solo nella vita, ma anche nel lavoro.

”Tutto quello che ho fatto nel lavoro l’ho fatto per Sergio e Sergio ha fatto tutto per me”me”, ha rivelato Giorgio Armani nel corso dell’intervista, parlando di un amore forte ed esclusivo che gli ha riempito l’esistenza, arricchendola. Inoltre, lo stilista ha sottolineato l’importanza della presenza del suo compagno anche in ambito lavorativo.

Giorgio Armani e la sofferenza

Giorgio Armani ha vissuto, indirettamente, il lungo e doloroso decorso della malattia, sottolineando di non voler definire semplicisticamente come ”amore” il legame con Sergio Galeotti, bensì come una forte complicità. Dopo la morte del compagno, Armani é caduto in un baratro di disperazione, riuscendo a risollevarsi grazie al suo estro creativo, impegnandosi nel lavoro, e alla sua forza d’animo.

Advertisement

Leggi anche: Dramma Leo Gullotta, il retroscena sul malore fulminante: “Ci ha lasciato troppo presto per un’embolia”

 

CONDIVIDI ☞