Elodie furiosa si scaglia contro il Vaticano: “Ringrazio i miei genitori che non mi hanno battezzata”, sbotta sui social per sostenere il testo del Ddl Zan

Advertisement

Il disegno di legge anti-omofobia continua a far discutere animatamente l’opinione pubblica, così dopo le recenti indiscrezioni che arrivano dal Vaticano sul Ddl, Elodie si è esposta pubblicamente per esprimere la sua posizione.

La cantante si è scagliata contro il Vaticano dopo la richiesta avanzata nei confronti del governo italiano di modificare il disegno di legge, che prende il nome dal suo promotore: il deputato del Pd Alessandro Zan.

Leggi anche: Lilli Gruber sbotta stizzita: “Dicono ‘non sei mamma, non puoi capire’. Ma capire cosa?”, chiede la giornalista scatenata

Advertisement

vaticano

Nello specifico il disegno di legge anti-omofobia,  approvato nel novembre 2020 alla Camera, ma poi incappato in una serie di rinvii e nella severa ostruzione della Lega, prevede una serie di pene ad hoc per chi si macchia di crimini d’odio ed episodi di discriminazioni contro omosessuali, transessuali, donne e disabili.

Le accese discussioni attorno al Ddl hanno valicato i confini del mondo politico, sollevando un concitato dibattito pubblico che ha coinvolto diversi personaggi del mondo dello spettacolo.

Elodie contro il Vaticano per sostenere il testo del Ddl Zan

Tra le voci più polemiche si è fatta sentire quella di Elodie, che dopo le indiscrezioni in riferimento al Ddl, che hanno chiamato in causa la modifica richiesta dal Vaticano, ha condiviso la sua posizione sull’argomento postando un video su Instagram. Elodie, tramite le sue stories, senza giri di parole ha espresso la sua posizione con tono deciso tuonando sui social: “Oggi un ringraziamento speciale va ai miei genitori che non mi hanno battezzata, grazie”.

Advertisement

vaticano e ddl

Leggi anche: “Ho trovato un ladro in casa e l’ho affrontato”: Elisabetta Gregoraci racconta i momenti di panico vissuti insieme al figlio Nathan

Un messaggio lapidario che si innesta nel vortice delle polemiche attorno al disegno di legge anti-omofobia, che attraverso la rivendicazione di pene più severe mira a contrastare tutte le forme di discriminazione e di violenza che riguardano l’orientamento sessuale, l’identità di genere, la disabilità.

Advertisement

Il video di Elodie ha sollevato pareri contrastanti, su Twitter gli utenti si sono schierati pro e contro le sue parole, come riassunto da due commenti eclatanti.

Contro la sua esternazione qualcuno ha sbottato: “Esaltata, ha già rotto la minch*a”, chi la difende ha invece commentato: “Io adoro questa donna”. Elodie ha preso una posizione chiara nella sua story su Instagram mettendo ancora una volta l’accento su un argomento che negli ultimi mesi si conferma un tema caldo.

Condividi: