“Se vi vedo davanti casa, esco con una mazza da baseball e vi spacco la faccia”: il figlio di Pippo Franco furioso minaccia i giornalisti dopo il polverone dei Green pass falsi

Advertisement

Il caso dei Green pass falsi rilasciati da un medico di base nella Capitale continua a riecheggiare, il martellante interesse mediatico ha spinto il figlio di Pippo Franco a scagliarsi contro i giornalisti, che si sono ritrovati ad essere minacciati. Il putiferio scatenato dall’inchiesta sui Green pass falsi rilasciati a politici, personaggi dello spettacolo, sportivi, imprenditori da parte del medico di base di uno studio al centro di Roma continua ad infiammare le discussioni.

Gabriele Pippo, figlio del popolare comico del Bagaglino, che a sua volta si è fatto conoscere sul piccolo schermo per aver partecipato a Temptation Island Vip, ha inveito sui social contro chi si apposta sotto casa sua per carpire da lui un commento sul presunto coinvolgimento di Pippo Franco nell’indagine dei Green pass falsi. Un’inchiesta partita da alcune segnalazioni che hanno fatto emergere il coinvolgimento di diversi nomi della “Roma bene”.

il figlio di Pippo Franco minaccia giornalisti

Il figlio di Pippo Franco minaccia i giornalisti

Advertisement

Il figlio di Pippo Franco ha postato alcune storie Instagram dove si è sfogato denunciando quello che ha affrontato negli ultimi giorni: “Cari giornalisti, io non voglio far sapere a tutti dove vivo, potete venire in ufficio, ci possiamo prendere un caffè…ma sappiate che se vi vedo riprendere il cancello di casa mia esco con una mazza da baseball e vi spacco la faccia. Poi vado in manette con un sorriso a 32 denti, capito? Non vi presentate più davanti casa mia che vi spacco la faccia.

Dopo che è spuntato il nome di Pippo Franco, da parte del comico non ci sono state dichiarazioni, visto che si trova all’estero e si attende il suo rientro in Italia per chiarire la sua posizione, intanto è stato suo figlio Gabriele che sempre su Instagram è insorto contro i media con tono esacerbato commentando: “Non ho più intenzione di parlare di questa situazione. Ad oggi non sono arrivate né denunce né avvisi di garanzia. Quindi smettete di fare affermazioni e di dichiarare il falso. Al resto ci penserà la giustizia”.

Leggi anche:

Advertisement

 

CONDIVIDI ☞