Flavio Briatore, soldi e filosofia: “Ecco come mangia il povero” e finisce sotto una pioggia di polemiche

Advertisement

Ha conquistato la ribalta della cronaca per i suoi modi ruvidi di dire le cose, senza porre mai troppa attenzione nel misurare le parole. È fatto così Flavio Briatore e, a quanto pare, l’ex manager della Benetton non sembra proprio cambiato.

La prova è stata l’intervista che Il Fatto Quotidiano ha riportato nei giorni scorsi Mettendo a confronto l’esperienza di due imprenditori. Oltre a Flavio Briatore era presente anche Massimo Calearo, ex Presidente di Federmeccanica ed ex parlamentare del Partito Democratico. L’argomento dibattuto riguardava il modo in cui due diversi imprenditori hanno attraversato questo lungo e difficile anno di pandemia.

Gli interessi di Briatore, come tutti sanno, si concentrano in uno dei settori più colpiti dal Covid. La ristorazione e il settore dei locali notturni, quest’anno fortemente penalizzati dalle restrizioni. E proprio parlando di questo e del settore del turismo italiano Flavio Briatore è tornato a pungere come nel suo stile.

Leggi anche: Flavio Briatore irriconoscibile: il cambio di look radicale stupisce fan che lo commentano sui social

Advertisement

Flavio Briatore

Le parole di Flavio Briatore aprono le porte alle polemiche

Quando gli viene fatto notare che i ricchi non hanno accusato in modo particolare la pandemia, l’ex marito di Elisabetta Gregoraci  dice: “Io sono ricco ma non avido “, sottolineando come lui stesso si è impegnato in cospicue elarginazioni al San Raffaele di Milano“Quando faccio business però devo essere concentrato”, dice poi Briatore. Che torna poi su uno dei suoi cavalli di battaglia che avevano scatenato polemiche negli anni scorsi. Ovvero lo sviluppo del turismo nel Sud Italia.

Dice ancora Briatore : “Ci vogliono hotel a cinque stelle, gente che investe. Il brand famoso chiama turisti che possono spendere e questo smuove un po’ tutto. È così difficile da capire?” Pare insomma che il nostro non abbia cambiato idea sugli “alberghetti” della Puglia, come venivano definite da Flavio Briatore molte strutture turistiche.

Leggi anche: Giulia Salemi rivela i messaggi con Flavio Briatore: “Ecco le chat”, sbotta dopo le accuse di Elisabetta Gregoraci

Advertisement

Per rendere chiaro a tutti il concetto spara poi la bordata finale : “Se fai venire in vacanza il povero ti lascia povero. Se ospiti il ricco ti fa diventare ricco”. La battuta finale sui prezzi dei suoi locali è in perfetto stile Briatore: “Il povero mangia se c’è il ricco che lo fa mangiare”, ricorda il manager.

CONDIVIDI ☞