Advertisement

Gabriel Garko, il retroscena che nessuno conosceva: “Ho capito di essere gay grazie a Monica Bellucci”

Advertisement

Gabriel Garko non ha più alcun timore: oggi parla apertamente e liberamente del suo orientamento sessuale, e nel raccontare come ha preso coscienza dell’essere gay ha menzionato Monica Bellucci. Nel condividere con il settimanale Oggi un retroscena relativo al momento in cui ha capito la sua omosessualità, ha spiegato che condividendo il set con la Bellucci nel 1989, prendendo parte al film “Vita con i figli”, diretto da Dino Risi, ha capito che non provava interesse per le donne.

L’attore parlando della sua esperienza sul set, durante il suo film d’esordio, con la Bellucci che ha definito “inguardabile” per la sua bellezza, ha capito ed accettato la verità sul suo orientamento. “Monica fu la conferma di quel che avevo appena capito: se non mi viene di saltare addosso a una donna così, mi dissi, vuol dire che preferisco altro” – così Gabriel Garko ha reso noto come ha scoperto di essere gay, aggiungendo che in passato aveva avuto delle esperienze con delle donne.

Gabriel Garko, la confessione inaspettata su Monica Bellucci

“Ho avuto due o tre storielle etero. A 17 anni mi sono accorto che c’era qualcosa che, per come è fatta questa società, ‘non andava’. Non è un passaggio facile, è una scoperta che ti ‘chiude’ tantissimo: ed è dannatamente pericoloso, perché puoi incontrare qualcuno che sfrutta quel tuo momento di debolezza. Sei totalmente da solo a dover affrontare questo mostro che ti sta uscendo da dentro” – questo lo sfogo dell’attore sulle colonne di Oggi.

Gabriel Garko Monica

Leggi anche: Andrea Giambruno fatto fuori dopo la vittoria di Giorgia Meloni: “Ecco perché non condurrà più i TG Mediaset”

Garko ha nuovamente ribadito perché ha deciso di non rendere noto il suo orientamento subito, temendo il giudizio dell’opinione pubblica, per poi tornare a parlare della sua prima storia d’amore importante, quella con Riccardo, che si è consumata clandestinamente per anni. “[…] Eravamo liberi, anche se quando veniva qualcuno dovevamo nasconderci. Invitavo degli amici a cena? A fine serata lui fingeva di andarsene, si faceva una mezza passeggiata e poi rientrava. Quando al mattino arrivava la donna delle pulizie, si faceva trovare nel letto della stanza degli ospiti anche se avevamo dormito insieme. È durata 11 anni, mi ha salvato”.

L’attore ha poi ammesso che è giunto alla decisione di fare coming out solo dopo aver compreso gli errori fatti in passato, e nel fare una sorta di mea culpa ha ammesso di aver preso in giro per anni principalmente se stesso, negando la verità sul suo essere gay.

Leggi anche: Drew Barrymore senza filtri, la confessione che lascia senza parole: “Ecco da quanti anni non ho una relazione intima”

CONDIVIDI ☞