Gina Lollobrigida, aperto il testamento: beni divisi tra il figlio e il factotum Piazzolla

Advertisement

L’apertura del testamento di Gina Lollobrigida ha finito per smentire quanto preannunciato da persone vicine alla diva italiana: suo figlio erediterà il patrimonio della madre o meglio a lui andrà la metà dell’asse ereditario. Dopo giorni di congetture ed ipotesi, la lettura delle ultime volontà dell’attrice che si è spenta lo scorso 16 gennaio ha confermato che metà del patrimonio è stato ereditato dal figlio Andrea Milko Skofic mentre la restante quota è stata destinata all’assistente Andrea Piazzolla, che considerava come un figlioccio.

Il legale di Andrea Piazzolla, Francesca Romana Lupoi si è soffermata sull’intenzione del suo assistito: “Non vuole beni, ma esaudire il desiderio di promuovere le opere della Lollobrigida” – che nel corso delle sue dichiarazioni ha poi ribadito – “Nei lasciti ereditari è l’ultimo testamento ad avere valore. Quello della Lollobrigida è un testamento recente, pubblico, depositato dal notaio e conteneva le sue volontà”.

Gina Lollobrigida, ecco a chi spetta la sua eredità

Quindi metà dell’eredità della Lollobrigida andrà al figlio Milko e l’altra metà al suo segretario personale contro il quale si è scatenato tempo fa un polverone. Nell’illustrare i propositi del suo assistito, Francesca Romana Lupoi ha dichiarato: “Piazzolla non vuole i beni, ma, secondo le volontà dell’attrice, intende promuovere la sua immagine come artista, raccogliendo le sue opere. Il progetto è già concreto, in quanto dal 2018 è stato costituito un trust benefico intitolato a Gina Lollobrigida che avrà come obiettivo proprio la valorizzazione della sua immagine e delle sue opere d’arte”.

Advertisement

Gina Lollobrigida aperto testamento

Dopo questa parentesi l’attenzione mediatica si è spostata su un’altra spinosa vicenda che riguarda la Lollo indirettamente si tratta del processo che vede Andrea Piazzolla tirato in ballo con la pesante accusa di circonvenzione di incapace ai danni dell’attrice per cui l’imputato è ritenuto responsabile di aver sottratto beni e contanti per un ammontare di circa 3 milioni di euro, da qui l’accusa di sottrazione di una parte sostanziosa del patrimonio di Gina Lollobrigida.

Leggi anche: Domenica In. Andrea Piazzolla in lacrime ricorda Gina Lollobrigida, la commozione di Mara Venier che rivela: “Ho preso una denuncia per…”

 

Advertisement
CONDIVIDI ☞