Advertisement

Madonna di Trevignano, chiesto l’intervento delle forze dell’ordine per il raduno dei fedeli in programma il 3 maggio

Advertisement

Si torna a parlare della Madonna di Trevignano dopo la notizia di un prossimo raduno dei suoi seguaci in programma per il 3 maggio, giorno in cui la veggente Gisella Cardia ha chiamato all’appello i suoi “adepti”. Malgrado le rivelazioni di alcuni fedeli pentiti contro la veggente, il culto attorno alla statua della Madonna da lei custodita da anni non si è disperso.

Dopo la fuga di notizie ha deciso di intervenire la Prefettura come spiegato dal sindaco di Trevignano Romano, Claudia Macciucchi: “In Prefettura ci hanno assicurato rinforzi per garantire la sicurezza il prossimo 3 maggio con questa attenzione al livello nazionale in continua crescita abbiamo bisogno degli uomini delle forze di polizia per evitare episodi di disordine. Il questore invierà 24 ore prima dell’evento disposizioni precise sullo spiegamento di polizia che sarà presente a Trevignano per garantire la sicurezza”.

Madonna di Trevignano, chiesto l’intervento delle forze dell’ordine

Il raduno dei fedeli della Madonna di Trevignano prevede un’adesione di circa mille fedeli che da tempo seguono gli incontri della sedicente veggente Gisella Cardia, e per questo le autorità hanno deciso di intervenire in occasione della adunanza dei fedeli presso il borgo laziale dove è stato preannunciato il verificarsi di un miracolo nel campo di via Monticello.

 

Leggi anche: Famosa vip in difficoltà economiche, la decisione estrema: “Ho messo la casa all’asta. Non riesco a pagare i debiti”

Per contenere la folla la comunità è corsa ai ripari preventivamente chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine, con militari in divisa ed in borghese, con lo scopo di tenere sotto controllo l’incontro in programma il 3 maggio presso il campo sul lago di Bracciano dove qualche anno fa, precisamente ne marzo del 2016, la statua della Madonna acquistata dalla veggente durante il suo pellegrinaggio a Medjugorje ha iniziato a piangere, inaugurando il culto dei fedeli della Madonna di Trevignano.

Leggi anche: Abbattimento dell’orsa JJ4, la protesta degli animalisti contro l’ordinanza del presidente della provincia autonoma di Trento Fugatti

CONDIVIDI ☞