Mara Venier, lacrime e dolore dietro le quinte, non lo sapeva nessuno: “Ecco cosa non avete mai visto a Domenica In”

Advertisement

Mara Venier giunta ormai al rush finale della sua tredicesima Domenica In, ha fatto un bilancio della fortunata stagione del talk show di Rai 1, che non trovando l’avversaria di sempre su Canale 5, alias Barbara D’Urso ha fatto registrare degli ascolti più che soddisfacenti, per i quali si è convinta a tornare alla guida della storica trasmissione. Nel corso dell’ospitata a Tv Talk, nella puntata del 21 maggio, zia Mara ha gongolato senza menzionare direttamente né indirettamente quella che è stata la sua nemica giurata peri anni la domenica pomeriggio.

Fino a qualche anno fa, Domenica In prendeva paga da Domenica Live della D’Urso ma poi la regina di Cologno ha iniziato a perdere colpi, e la delusione per uno share sempre più basso ed una conduzione votata al trash hanno spinto i vertici Mediaset a chiudere la trasmissione. Così ha avuto inizio la grande rinascita della storica trasmissione di Rai 1, che durante questo finale di stagione sta confermando di essere il programma più seguito del pomeriggio del dì festivo.

La signora della domenica ha spiegato che nell’affrontare un tema critico come la pandemia ha avuto paura per i suoi affetti ritrovandosi nel periodo più preoccupante ad andare in onda quasi da sola, non potendo contare sul suo team di collaboratori ed assistenti. Ma la decisione di non mollare l’ha ripagata, a Tv Talk, Mara Venier ha ringraziato il pubblico che in quel periodo le ha dato la forza d non mollare dimostrandole tanta vicinanza: “C’è sempre stato quell’affetto. Ho pensato che dovevo vincere le mie paure e andare avanti per restituire qualcosa al pubblico. Ti confesso che durante i neri pubblicitari non facevo che piangere”.

Mara Venier, il resoconto della sua edizione record di Domenica In

Advertisement

Nel parlare del cambio di rotta del suo talk domenicale, ha voluto poi precisare di aver intrapreso anche professionalmente dei cambiamenti negli ultimi due anni, prendendo dimesticata con temi impegnati come ha precisato: “Prima facevo solo intrattenimento e mandavo sempre tutto in caciara. Quella parte lì mi ha dato una credibilità che prima non avevo, così ho affrontato il Covid e poi la guerra”.

La decisione di ritornare alla guida di Domenica In, ha sin da subito ripagato Mara Venier che passo dopo passo è tornata ad essere la signora della domenica, rosicchiano punti share importanti al principale competitor, pur trattando temi seri che però il pubblico domenicale dimostrava di apprezzare. Nel soffermarsi sulla battaglia degli ascolti, zia Mara non ha fatto il nome di Barbara D’Urso, spiazzando un po’ tutti, limitandosi a commentare: “Quest’anno dall’altra parte avevamo competitor forti, Maria De Filippi, Verissimo. Quest’anno si sono caricati a pallettoni…”.

Mara Venier inedita

Leggi anche: La Vita in Diretta. Al Bano confessa tutto, il sorprendente annuncio ai fan: “Sono innamorato di una donna che si chiama…”

Advertisement

A fine intervista la conduttrice veneta ha ribadito che non ha intenzione di andare in pensione perché si annoierebbe: Secondo me è sbagliato mollare, poi mio marito gioca solo a golf. Pensate che noia. Anche i nipotini certo, però dopo due volte che vai al parchetto… Comunque avevo detto davvero che sarebbe stato l’ultimo anno, ma Domenica In non è mai andata bene come quest’anno. A un certo punto speravo che andasse meno bene, così avevo l’alibi per mollare. E invece”.

La signora del dì festivo dovrà confermare nella prossima edizione del talk domenicale di essere sempre di più la conduttrice dei record, con la sua 14esima conduzione del talk e con degli ascolti in linea o superiori a quelli ottenuti.

Leggi anche: Tensioni a Uomini e Donne. Alessandro, la denuncia choc del cavaliere: “Gravi minacce dietro le quinte”, Maria De Filippi sconvolta

CONDIVIDI ☞