Nunzio, imbarazzo e disagio a Verissimo, tutta colpa di Silvia Toffanin: “Mi metti in difficoltà perché…”

Advertisement

Come LDA anche Nunzio è stato ospitato a Verissimo, dopo l’eliminazione da Amici e nel corso dell’intervista con la padrona di casa, il ballerino ha dimostrato la sua spontaneità e simpatia. Rispondendo alle domande di Silvia Toffanin, Nunzio Stancampiano ha fatto un resoconto della sua esperienza nel talent più longevo della tv, non sottraendosi dal raccontare altri aspetti di sé.

Il ballerino siciliano che ha dimostrato di non temere le critiche e di essere dotato di grande “savoir-faire” ha avuto una piccola défaillance verbale quando la Toffanin ha deciso di indagare su un tema, sul quale lui avrebbe voluto mantenere un certo riserbo. La conduttrice di Verissimo ha cercato di capire se Nunzio avesse il cuore occupato e così l’ex ballerino di Amici ha avuto un momento di imbarazzo come confermato dal commento: “Mi metti in difficoltà. Adesso devo essere bravo in questa situazione” – dopo questo preambolo ha parlato di una fiammella per una ragazza che non è della sua città.

Silvia Toffanin mette in imbarazzo Nunzio

Verissimo Nunzio

Advertisement

Ma gli argomenti centrali della sua chiacchierata nella cornice di Verissimo sono stati quelli legati alla sua breve ma intensa avventura nel talent show di Maria De Filippi, così il ballerino ha ammesso di sentire la mancanza dei suoi compagni, di tutto lo staff, della conduttrice e non solo, come precisato dalla risposta data alla domanda della Toffanin che gli ha chiesto chi gli mancasse di più. A sorpresa e forse furbescamente, per non apparire scontato il ballerino ha risposto: “Di più mi manca la Celentano. Non avere lei che mi punzecchia mi sembra strano” – un commento accolto con la piena partecipazione del pubblico in studio.

 

Leggi anche: Uomini e Donne. Armando Incarnato, rissa sfiorata con il cavaliere, volano minacce: “Ho scoperto tutto, non ti permettere…”, Maria De Filippi furiosa

Nunzio ha poi rivolto delle parole al miele per il suo insegnante, al quale è legato sin da quando era piccolo e così nello spiegare il rapporto speciale che ha costruito con Raimondo Todaro, ha confessato di essere andato per la prima volta nella sua scuola di danza quando aveva 10 anni e che è stato lui a crescerlo, nell’elogiare il suo insegnante, il ballerino ne ha elencato i pregi definendolo “speciale, fantastico, umile e sensibile”. Il ballerino alla fine ha concluso la sua ospitata a Verissimo ballando sulle note del singolo “Bandana” di LDA.

Advertisement

Leggi anche: Antonella Elia, l’attacco choc a Manuel Bortuzzo, parole pesanti: “Brutto gesto contro Lulù, non è mai stato sincero”, fan gelati

CONDIVIDI ☞