“Abbiate il coraggio di chiamarlo obbligo vaccinale”: l’immunologa Antonella Viola scettica su Green pass e terza dose esprime i suoi dubbi

Advertisement

L’immunologa Antonella Viola intervenuta come ospite nella trasmissione Otto e Mezzo su La7, condotta da Lilli Gruber, ha toccato diversi temi caldi d’attualità legati al contesto del Covid-19, ribadendo la sua opinione in merito a Green pass, terza dose ed obbligo vaccinale.

A proposito della decisione del governo di somministrare la terza dose, l’esperta si è detta contraria ribadendo che secondo il suo parere il terzo richiamo a tutta la popolazione potrebbe non essere una soluzione vincente. Infatti Antonella Viola non ha nascosto i suoi dubbi ammettendo: “Sono scettica sul somministrare una terza dose in maniera generalizzata. Sulla base dei dati che abbiamo, non credo serva a tutti una terza dose. Bisogna fare attenzione a chi dobbiamo vaccinare, servirebbe a chi non è riuscito a sviluppare gli anticorpi”.

Antonella Viola scettica su Green pass e terza dose esprime i suoi dubbi

Antonella Viola scettica su Green pass e terza dose esprime i suoi dubbi

Advertisement

Tra gli altri argomenti che l’immunologa ha dibattuto nel suo intervento in televisione non è mancato il focus sull’obbligo vaccinale: “Si abbia il coraggio di chiamarlo obbligo vaccinale” – con decisione l’esperta ha evidenziato quello che pensa sulle decisioni prese recentemente dall’esecutivo.

Leggi anche: “Ci saranno oltre 30mila morti”: Pierpaolo Sileri preannuncia una nuova ondata di Covid in autunno e spinge gli italiani a vaccinarsi

Oltre a segnalare le sue perplessità sulla terza dose generalizzata del vaccino, l’immunologa non si è detta pienamente convinta sull’estensione del Green pass. “Non mi piace l’idea di far passare nella popolazione il concetto che avremo tutti bisogno di una terza dose, questo genera panico. Sulla base dei dati che abbiamo ora, non serve una terza dose per tutti. Facciamo attenzione a guardare i fatti” – così ha chiosato Antonella Viola nel corso del suo intervento alla trasmissione Otto e mezzo.

CONDIVIDI ☞