“Una cosa del genere non merita risposta”: il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri replica al discorso ‘no-vax’ della leghista Donato

Advertisement

Nel corso della trasmissione Dimartedì, in onda su La7, il conduttore Giovanni Floris ha incalzato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri a prendere una posizione a proposito del discorso spiccatamente no-vax fatto dall’eurodeputata leghista Francesca Donato. Sconcertato dalle parole della leghista il sottosegretario alla Salute si è limitato solo ad esclamare: “Una cosa del genere non merita risposta”.

Leggi anche: Giorgia Meloni insultata e offesa da un candidato M5S di Busto Arsizio: interviene Giuseppe Conte che si scusa a nome di tutta la sua forza politica

Pierpaolo Sileri ospite della trasmissione di Floris su La7 ha ascoltato attonito la dissertazione dall’eurodeputata leghista Francesca Donato che nel suo intervento ha affermato: “La resistenza ai vaccini è dovuta al fatto che i rischi ci sono”. Un discorso che ha spinto la deputata a mettere sotto accusa il sistema di farmacovigilanza, in quanto responsabile di non tenere nel giusto conto le reazioni avverse associate al siero anti Covid.

Advertisement

Sileri discorso no vax leghista Donato

Pierpaolo Sileri vs l’eurodeputata leghista Francesca Donato

Dopo il discorso dell’esponente leghista, il conduttore Giovanni Floris si è rivolto al sottosegretario alla Salute per chiedergli se volesse replicare alle parole che aveva appena pronunciato la Donato. Ma Sileri spiazzato si è limitato solo a ribattere: “C’è poco da rispondere, che cosa posso dire? 43 milioni di persone hanno fatto il vaccino, pochissime reazioni avverse…”.

Leggi anche: “La variante Mu potrebbe resistere ai vaccini ed essere più contagiosa”: Fabrizio Pregliasco lancia l’allerta sulla nuova mutazione del Coronavirus

Advertisement

Si è poi intromessa prontamente la Donato che ha voluto puntualizzare: “84mila sono pochissime?”, a cui Sileri ha risposto: “Su 43 milioni? “. Ma dopo questo breve scambio di battute, il sottosegretario alla Salute ha preferito rimanere in silenzio, che si è confermata una risposta esplicativa alle parole della sua interlocutrice che invece ha rincarato la dose per concludere il suo discorso.

CONDIVIDI ☞