Dipendenti pubblici. Posto fisso al comune a 1800 euro, ma al concorso non ci va nessuno: “I tempi sono cambiati”

Advertisement

Da quasi un anno, un posto fisso al comune, ossia un impiego pubblico a tempo indeterminato resta vacante, come denunciato dal sindaco di Bozzolo, in provincia di Mantova, Giuseppe Torchio. Il concorso indetto a settembre 2021 dall’amministrazione comunale locale per ricercare la figura di responsabile dell’ufficio tecnico non ha ricevuto riscontro, e così resta ancora vacante un allettante posto a tempo indeterminato.

Un caso spinoso denunciato dal primo cittadino, riconfermato in carica nel corso delle ultime elezioni amministrative, che ha voluto rendere noto come un impiego di tutto rispetto nella sua cittadina, che conta circa 4mila abitanti, non trova nessuno che sia interessato. A quanto pare la posizione di responsabile dell’ufficio tecnico del Comune (settore lavori pubblici, manutenzioni, suap, ambiente, urbanistica-categoria D1) non sarebbe gradita ai cittadini della ridente cittadina in provincia di Mantova. Come documentato dal sindaco di Bozzolo, al bando del concorso ha risposto una sola candidata che dopo essersi presentata alla prova scritta ha deciso di non sostenerla.

Posto fisso al comune con stipendio da 1800 euro, la denuncia del sindaco: “Al concorso non si presenta nessuno”

Malgrado resti aperto da quasi un anno, il bando non crea interesse, come neanche l’offerta di lavoro che garantisce un posto a tempo indeterminato con uno stipendio mensile di 1844 euro lordi. Un posto fisso e pubblico che prevede anche l’assegnazione di ferie, di permessi e di tutte le agevolazioni. Malgrado si tratti di un impiego che richiede poca fatica e non molte ore di lavoro non interessa a nessuno nel paese della Bassa lombarda. Da circa un anno nessuno risponde al bando di concorso, relativo alla figura di responsabile dell’ufficio tecnico.

Advertisement

Comune di Bozzolo posto fisso

Sin dalla prima edizione scarseggiano i candidati e per cercare di sopperire a questo scenario si sono trovati anche degli escamotage, tra cui quello di mettere insieme più partecipanti posticipando la data di scadenza per la presentazione delle domande. Ma ad oggi la situazione non è cambiata: si sono raccolte soltanto quattro domande che non hanno però avuto nessun risultato, visto che un candidato pur presentando domanda era privo dei requisiti minimi e due candidati non si sono presentati alla prova scritta, il solo candidato ammesso ha consegnato in bianco.

Una situazione critica su cui si è soffermato il neo sindaco Giuseppe Torchio, che riconfermato alla guida della cittadinanza di Bozzolo, ha amaramente commentato la vicenda. “Evidentemente sono cambiati i tempi, e il posto pubblico al momento è meno allettante. Come amministrazione abbiamo messo in campo ogni energia per portare a termine questo concorso. Adesso ci muoveremo diversamente, per andare a colmare la lacuna d’organico” – questa la riflessione critica che il primo cittadino di Bozzolo ha affidato alla Provincia di Cremona. 

Leggi anche: Chiara Ferragni, sapete quanto guadagnerà per il Festival di Sanremo 2023? La cifra è da capogiro

Advertisement
CONDIVIDI ☞