Sanremo 2022. Achille Lauro denunciato, gravi accuse dal Codacons: cosa chiederà a Papa Francesco

Advertisement

Il polverone scatenato dall’esibizione di Achille Lauro sul palco dell’Ariston in apertura del Festival di Sanremo 2022 ha creato una reazione a catena: critiche, polemiche e denuncia; infatti il Codacons ha deciso di intervenire. L’associazione dei consumatori guidata da Carlo Rienzi ha bacchettato non solo la kermesse ma anche il cantante. Nello specifico la denuncia del Codacons contro Achille Lauro, con l’accusa di blasfemia e vilipendio alla religione per aver inscenato sul palco dell’Ariston il suo battesimo, è diventata una notizia di dominio pubblico.

L’associazione dei consumatori presieduta da Carlo Rienzi dopo aver preso atto delle polemiche attorno all’esibizione provocatoria del cantante, ha reso noto attraverso la diffusione sui media di un comunicato stampa la decisione presa: denunciare alla magistratura l’artista inviando le immagini della sua esibizione d’esordio a Sanremo 2022.

Il Codacons denuncia Achille Lauro

Nell nota stampa dell’associazione si legge una dura condanna non solo nei confronti del trapper ma anche della kermesse e della Rai: “Per alzare l’audience di Sanremo la Rai non rispetta nemmeno la religione cattolica, e per questo annunciamo un esposto alla Procura della Repubblica di Imperia per blasfemia e vilipendio della religione”. Codacons ha deciso di farsi portavoce delle proteste del mondo cattolico e del vescovo di Sanremo, mons. Antonio Suetta, lasciando l’ultima parola ai giudici che avranno l’arduo compito di eseguire le dovute verifiche ed attenzionare l’esibizione di Achille Lauro per valutare se si tratta di una blastemia e di un’offesa al sentimento cattolico ed ai simboli della religione cattolica.

Advertisement

Il Codacons denuncia Achille Lauro

Leggi anche: Sanremo della vergogna. La Rappresentante di Lista nella bufera, un gesto inammissibile: il pubblico invoca la squalifica

La magistratura è stata quindi chiamata in causa, e dovrà deliberare se procedere con la denuncia oppure se archiviare il caso. Ma l’associazione dei consumatori ha fatto anche sapere che ha intenzione di chiedere un parere direttamente in Vaticano come scritto nero su bianco nel comunicato stampa: “Invieremo inoltre il video della performance di ieri a Papa Francesco, perché esprima una ferma condanna nei confronti della Rai”.

Leggi anche: Sanremo 2022. Selvaggia Lucarelli, accuse shock contro Fiorello e la foto compromettente: “Non doveva entrare all’Ariston”

Advertisement
CONDIVIDI ☞