“Non piangere!”: ai Seat Music Awards Loretta Goggi non trattiene le lacrime e scoppia a piangere, la reazione di Vanessa Incontrada spiazza tutti

Advertisement

Durante la seconda puntata dei Seat Music Awards 2021 è stata premiata Loretta Goggi per i 40 anni dell’indimenticabile “Maledetta primavera”, brano presentato per la prima volta sul palco del Festival di Sanremo nel 1981, piazzandosi al secondo posto dietro “Per Elisa” cantato da Alice. Dopo la sua esibizione all’Arena di Verona, dove ha interpretato uno dei brani più amati della musica italiana, la Goggi si è lasciata travolgere dall’emozione, commossa dalla partecipazione del pubblico che ha cantato insieme a lei durante una performance coinvolgente.

Leggi anche: “Non riesce nemmeno a parlare!”: Sangiovanni ai Seat Music Awards travolto dalle emozioni e il gesto di Carlo Conti non passa inosservato

Ai Seat Music Awards ancora una volta la commozione l’ha fatta da padrona e così dopo la fine dell’esibizione la Goggi non è riuscita a trattenere le lacrime per poi commentare a fatica con Carlo Conti: “Ma come fanno a ricordare tutte le parole?”. Non è neanche passato inosservato il gesto di Vanessa Incontrada che ha abbracciato l’artista, con la quale ha lavorato sul set della serie televisiva “Un’altra vita”.

Advertisement

Loretta Goggi scoppia piangere arena verona

 

Loretta Goggi premiata ai Seat Music Awards per i 40 anni di “Maledetta primavera”

Ai Seat Music Awards la Incontrada ha confidato un retroscena, ricordando che al termine delle riprese della fiction, tutta la troupe ha cantato sul traghetto “Maledetta primavera”, spiazzando anche in quell’occasione la Goggi.

Leggi anche: “Ecco cosa accadeva realmente a Non è la Rai, eravamo tutte competitive e vanitose”: Pamela Petrarolo svela i retroscena del popolare programma tv 

Advertisement

Il premio consegnato nel corso dell’evento musicale organizzato all’Arena di Verona, conferma che il brano della Goggi è un evergreen della musica italiana, che ha avuto la capacità di rubare i cuori di diverse generazioni nel corso di ben 40 anni. Il titolo della canzone è stato scelto da Loretta Goggi che in sala di registrazione ha insistito per utilizzare la parola maledetta, trovando il veto iniziale da parte dei discografici. Dopo aver ricevuto il premio, la Goggi si è ritagliata qualche secondo per ringraziare Amerigo Cassella, autore del testo e Gaetano Totò Savio, che ha composto la musica.

CONDIVIDI ☞