Tragedia della Marmolada. Iva Zanicchi trova la forza di parlare, il racconto è drammatico: “Mia figlia era lì”

Advertisement

Iva Zanicchi ha vissuto con grande angoscia la drammatica notizia dell’incidente sulla Marmolada, perché sua figlia Michela Ansoldi, poche ore prima della sciagura era salita su quella montagna, un retroscena che le due donne insieme hanno raccontato a Roberta Capua e Gianluca Semprini. Mamma e figlia ospiti di Estate in diretta hanno condiviso un racconto coinvolgendo, spiegando quello che è avvenuto quella terribile mattinata.

La figlia dell’aquila di Ligonchio che ha ereditato dalla madre la passione per la montagna ha mostrato alcune immagini di quella vetta maledetta, che aveva affrontato due ore prima del terribile incidente che ha sconvolto il nostro Paese. Michela Ansoldi si trovava ancora nei pressi di quei luoghi quando si è consumata la tragedia sulla Marmolada. Una volta appresa la notizia, la cantante è andata in panico non riuscendo a contattare la figlia come ha spiegato: “Anche quando lei era a casa io la chiamavo. Ho vissuto con angoscia”.

La gran paura di Iva Zanicchi per sua figlia

Nel proseguo della loro testimonianza ai microfoni di Estate in diretta, la Zanicchi si è soffermata anche sulla sua lunga esperienza da “montanara” e conoscendo i ghiacciai così come i cambiamenti avvenuti nella loro morfologia non si è sottratta dal lanciare delle raccomandazioni, per poi fare un duro ammonimento. Così dopo aver rivolto tutta la sua solidarietà alle vittime della tragedia, Iva Zanicchi ha voluto firmare un monito davanti ai microfoni della trasmissione estiva di Rai 1 commentando: “Bisogna fare molta attenzione. La montagna è più pericolosa forse del mare”.

Advertisement

Iva Zanicchi shock

Leggi anche: Allarme siccità, 500 euro di multa a chi lava l’auto: scatta il provvedimento per limitare i consumi idrici

La Zanicchi con la sua irrinunciabile schiettezza ha poi lanciato un ammonimento pubblico al cospetto dei conduttori Roberta Capua e Gianluca Semprini, sostenendo che nei mesi estivi lei non andrebbe mai in montagna: “In estate quando fa caldo bisogna chiudere”.

Malgrado la consapevolezza delle critiche che avrebbe ricevuto esprimendo un parere drastico, Iva Zanicchi, non si è tirata indietro tornando alla carica per ribadire che la montagna va affrontata con rispetto e conoscenza. Un pensiero condiviso anche da sua figlia, Michela Ansoldi che nel sottolineare i radicali cambiamenti climatici degli ultimi anni ha spiegato come il gran caldo abbia finito per rendere la montagna pericolosa e sorprendente.

Advertisement

Leggi anche: Bufera Rai. Bianca Berlinguer al posto del famoso collega: “Senza rispetto, costretto ad andar via”

CONDIVIDI ☞