Vittorio Feltri a muso duro contro Ilary Blasi e le donne divorziate: “Impareranno a non chiederci…”

Advertisement

Anche Vittorio Feltri ha deciso di sentenziare a proposito del divorzio Totti-Blasi, prendendo una posizione alquanto maschilista, dal momento che ha citato il mantenimento, che provoca spesso delle contese in tribunale. Il giornalista che si è fatto conoscere in tutta la sua carriera per i dei pareri senza appello, ha messo sotto accusa l’ex signora Totti, trattando in prima persona la questione dell’assegno di mantenimento e degli alimenti, che spesso creano tensioni tra gli ex, soprattutto se sono coinvolti personaggi pubblici, anche se la Blasi ha fatto sapere per bocca dei suoi legali che non ha chiesto soldi.

Feltri, che più volte ha parlato della separazione tra Francesco Totti e la conduttrice di Mediaset, ma anche di quella tra Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi, che lui stesso ha fatto conoscere, ha detto la sua sui risvolti di quella che potrebbe delinearsi come una dura battaglia legale tra i due ex coniugi che si fronteggeranno in aula già il prossimo 14 ottobre, quando è prevista la prima udienza per la separazione. Il giornalista che da tempo è chiamato in causa per esprimere opinioni su diversi argomenti, relativi non solo a politica ed attualità ma anche alla cronaca rosa, ha espresso un parere sulle colonne di Novella 2000 sul divorzio Totti-Blasi.

Prendendo una posizione alquanto intransigente ha messo sotto accusa le donne tuonando implacabile: Vogliono la parità ma chiedono il mantenimento per sé, ma per essere libere e indipendenti dovrebbero rinunciarvi”.  Nell’argomentare la sua riflessione il giornalista ha fatto un paragone calzante con la guerra sostenendo: “Il negoziato tra Russia e Ucraina pare impossibile, ma anche quello tra Ilary Blasi e Francesco Totti, sembra essere tutt’altro che agevole”.

Vittorio Feltri sul divorzio Totti-Blasi: l’attacco spietato contro la conduttrice Mediaset

Advertisement

Vittorio Feltri ha invocato una sorta di armistizio tra i due contendenti in grado di accontentare entrambe le parti, in modo equo, per poi sferrare un attacco diretto alla conduttrice di Mediaset: “Si è detto di una richiesta di Ilary di 20mila euro di mantenimento soltanto per se stessa (oltre quella di 17.500 per i tre ragazzi), richiesta smentita dall’avvocato di lei e che mi era apparsa un ostacolo sulla via del perseguimento di una soluzione. In più non si comprendeva perché la conduttrice televisiva, la quale lavora e guadagna bene, per il fatto di essere stata sposata, dovesse farsi pagare a vita gli alimenti dall’ex coniuge”.

Leggi anche: Ilary Blasi, la nuova accusa a Francesco Totti: “Sparite 100 paia di scarpe griffate. Il valore della collezione è da brividi”

Nella sua filippica ha poi spostato il mirino dell’obbiettivo, come si evince dalle sue argomentazioni: “Ma a volte ci sono donne che vogliono la parità, però si attaccano strenuamente a certi ‘privilegi’ che non sono sintomo di tutela del genere femminile bensì retaggio di una cultura maschilista da rinnegare con forza, cultura che riteneva la donna soggetto da relegare in casa, impedendole così di lavorare conquistandosi l’indipendenza economica, dalla quale deriva l’emancipazione autentica in tutte le sue forme e declinazioni”. 

Feltri Totti Blasi

Advertisement

Feltri ha firmato una sorta di arringa da avvocato divorzista che si schiera contro le mogli con pugno fermo, per poi concludere la sua fremente argomentazione con una domanda spietata, suonata come un rinnovato attacco contro il gentil sesso: Quando impareranno tutte le donne, pur libere e indipendenti, a mandarci al diavolo senza chiederci poi i soldi per fare la spesa?”.

Leggi anche: Madonna spiazza i fan, nel video dove fa coming out è irriconoscibile: “Cosa ha fatto al viso?”

CONDIVIDI ☞