“Volevo un figlio e ho scoperto un tumore aggressivo”: Carolina Marconi scoppia in lacrime mentre racconta il suo dramma a Verissimo e commuove Silvia Toffanin

Advertisement

La lotta di Carolina Marconi contro il tumore al seno è stato il tema centrale della sua intervista a cuore aperto nel salotto di Verissimo: un racconto che ha travolto la ex gieffina che è scoppiata a piangere davanti alla Toffanin, che ha finito per commuoversi a sua volta. In lacrime la Marconi ha ripercorso il momento più critico della sua vita: la diagnosi.

“Tutto parte dal mio sogno di diventare mamma. Io e Alessandro stiamo da nove anni insieme e un anno e mezzo fa abbiamo deciso di avere un bambino. Ma non arriva e abbiamo deciso di provare con la fecondazione assistita. Ho fatto diversi esami, mancava solo la mammografia. Il medico vide un piccolo nodulo, mi disse che non era niente di che. Ma dalla risonanza è risultato essere un tumore piccolo ma molto aggressivo – ha rivelato in lacrime Carolina Marconi.

Il racconto di Carolina Marconi tra le lacrime nel salotto di Verissimo

Leggi anche: “Massimo Boldi è rimbambito, un ritardato, lo zio scemo”: Antonio Ricci insulta l’attore che si attribuisce la paternità di Striscia La Notizia

Advertisement

Il suo racconto toccante della Marconi è poi proseguito soffermandosi sulle emozioni che l’hanno assalita in quella circostanza: “È stato un fulmine che mi ha trafitto nello stomaco. Quando mi hanno comunicato la diagnosi, io sono scappata e sono andata nel bar della clinica a piangere. Non lo volevo accettare. È uscito il mio compagno e mi ha detto che dovevamo affrontarlo. Io ho risposto ‘Non ho tempo per avere un tumore, devo fare un figlio’. Poi mi sono asciugata le lacrime e sono entrata”.

Volevo un figlio ho scoperto tumore aggressivo Carolina Marconi

Una doppia preoccupazione in quel momento l’ha accompagnata come ha spiegato: “Mi sono operata il 6 aprile. Il 5 aprile ho scoperto che mia madre aveva un tumore alla tiroide. L’intervento è durato otto ore. Per fortuna, mia madre non ha dovuto fare né chemio né radio e mi è venuta la forza. Quando è arrivato il mio esame istologico, io mi sono autoconvinta che andava tutto bene. Invece il medico mi disse che dovevo fare la chemio per sei mesi”.

Leggi anche: “Portate via Dayane Mello da quell’inferno!”: cresce la preoccupazione per la modella che si lascia andare ubriaca tra le braccia del concorrente che l’ha molestata

Advertisement

Nel salotto domenicale di Verissimo, l’ex gieffina ha affrontato anche la sua esperienza alle prese con i cicli di chemio, rivelando di aver finito il ciclo con le rosse iniziando quelle bianche, un trattamento che dovrà affrontare fino al 10 novembre. La Marconi non ha taciuto, nel corso della sua conversazione con Silvia Toffanin, di aver avuto paura dopo l’infausta diagnosi ed i primi cicli di chemioterapia, per poi ammettere di aver trovato in se stessa una forza che solo le donne hanno.

Dopo aver sdrammatizzato sulla perdita dei capelli e sull’uso della parrucca, che non indossa sempre ammettendo di piacersi “pelatina”, Carolina ha lanciato un appello: “Davanti a una cosa così importante, capisci chi ti vuole bene. Tutto si affronta con forza, determinazione e coraggio. Fate prevenzione“.

CONDIVIDI ☞