Advertisement

Divorzio Totti-Blasi, brutto schiaffo per il Pupone, il giudice dà ragione all’ex moglie: “Ecco quanto dovrà versarle di mantenimento”

Advertisement

Il divorzio Totti-Blasi si preannuncia lungo e difficile anche se le prime tappe sono già andate in scena gettando le basi sulle decisioni finali: sembrerebbe infatti che giudice civile durante la sentenza provvisoria della causa di separazione si sia schierato dalla parte della conduttrice di Mediaset, respingendo le richieste avanzate dal legale del Pupone.

Per il momento quindi Ilary Blasi potrà rimanere a vivere nella villa all’Eur, mentre Totti aveva chiesto di poter tenere l’immobile. Oltre a questa richiesta negata l’ex bandiera giallorossa si è visto negare anche la cifra proposta per l’assegno mensile, i da 6.000 euro preventivati dal Pupone sono lievitati. Per quanto riguarda poi un’altra questione centrale, relativa alla custodia dei figli, i due ex avranno l’affidamento condiviso per metà dell’anno.

Divorzio Totti-Blasi, brutto schiaffo per il Pupone

In base a quanto emerso in merito al contenuto della sentenza provvisoria sul divorzio Totti-Blasi emessa dal giudice chiamato a pronunciarsi sul divorzio Totti-Blasi, i due ex coniugi sono obbligati a rispettare il calendario delle visite, di fatto il tribunale ha deciso che il Pupone potrà vedere la sua terzogenita, la piccola, Isabel, in giorni precisi. Discorso differente per quanto riguarda i figli più grandi: in tal caso l’ex capitano della Roma è tenuto a gestire gli incontri con Cristian e Chanel in modo del tutto autonomo.

Divorzio Totti Blasi famiglia

Leggi anche: Pupo, le rivelazioni choc sulla sua vita da bigamo: “Sto con mia moglie Anna da 50 anni e con Patricia, la mia compagna, da 35”

Per quanto riguarda invece la questione economica, legata al mantenimento, pare che Francesco Totti dovrà versare alla sua ex moglie un assegno mensile sui 12.500 euro, per coprire la voce relativa ai bisogni dei suoi tre figli, una cifra non preventivata dai legali del Pupone che invece avevano proposto la metà della cifra come assegno di mantenimento mensile. Alla fine il giudice ha preventivato un mantenimento più sostanzioso includendo voci extra tra cui le spese scolastiche, ma manca ancora la decisione finale che sarà presa nelle ultime udienze del divorzio.

Leggi anche: Chanel Totti al centro del gossip, confermata la storia d’amore con un nome famoso appena diventato padre

CONDIVIDI ☞