Gabriele Muccino, attacco senza precedenti a Giorgia Meloni: “Ecco perché la ritengo pericolosa. Invece Elly Schlein…”

Advertisement

Tra i principali avversari di Giorgia Meloni ci sono non solo i suoi colleghi ma soprattutto i volti noti dello spettacolo: anche Gabriele Muccino ha rivolto un duro attacco al leader di Fratelli d’Italia, e la sua filippica e l’ennesima firmata da un vip all’indirizzo della politica romana. Il regista si è scagliato aspramente contro la politica, concordando con altre voci del jet set nazionale, ribadendo che la Meloni è ‘pericolosa’. In vista delle prossime elezioni politiche, Muccino ha deciso di esprimere la propria opinione, dimostrando che ha le idee chiare in vista dell’appuntamento politico del 25 settembre.

Per attaccare Giorgia Meloni a muso duro, il registra le ha idealmente contrapposto un’altra politica e così ha menzionato Elly Schlein ed il discorso che ha tenuto nel corso della sua candidatura come indipendente nelle liste PD. A proposito della la vicepresidente della Regione Emilia Romagna, il registra ha speso parole di stima ammirando la sua dissertazione con cui ha asserito punto per punto perché Giorgia Meloni è pericolosa, dando vita alla fine ad una lezione sul fascismo. Nel suo manifesto progressista snodato in cinque punti, la vicepresidente della Regione Emilia Romagna ha bersagliato la sua avversaria politica, contestando il suo programma politico, evidenziando non pochi punti deboli.

Il discorso di Elly Schlein è stato riproposto su Instagram da Gabriele Muccino, ecco le parole della politica contro il leader di Fratelli d’Italia ed il suo partito: “Ho sentito Giorgia Meloni parlare del fondamentalismo ecologico del Green New Deal e mai sui 4 milioni di italiani che soffrono già oggi di povertà energetica. La campagna di Meloni è tutta sulla difensiva, a spiegare cosa non è e non ho mai sentito da lei una soluzione su come aumentare i salari, una parola su cosa pensa del salario minimo, su come contrastare il precariato, come stanno facendo in Spagna”.

Gabriele Muccino boccia Giorgia Meloni e promuove a pieni voti Elly Schlein

Advertisement

“Non una parola sul welfare, sulla sanità pubblica da garantire a tutte e tutti. È una destra ipocrita che se la prende sempre coi migranti irregolari e mai coi datori di lavoro che li impiegano irregolarmente nei campi e nelle aziende. Una destra che sbraita contro l’Unione europea perché non farebbe abbastanza sui migranti e non si fa mai vedere ai tavoli negoziali dove si cambiano le norme ingiuste che hanno bloccato centinaia di migliaia di richiedenti asilo in Italia, forse per non dare fastidio all’alleato Orban. Forti coi deboli e deboli coi forti. Come sempre. Ecco, è un po’ tardi per raccontarcela” – il commento della candidata nelle liste PD.

Gabriele Muccino giorgia

Leggi anche: Iva Zanicchi a ruota libera su Giorgia Meloni: “Ecco cosa penso di lei e perché ho deciso di votarla”

La Schlein nella filippica contro la sua avversaria ha poi affondato una scudisciata eclatante, venendo al nocciolo della questione asserendo: “Se parli di ‘Dio, patria e famiglia’ e difendi i manifesti Pro-vita, onestamente non bastano due minuti di video-messaggio per smarcarti dal fascismo. Da Giorgia Meloni ho visto un bel compitino in tre lingue alla stampa estera, ma non ha detto una cosa semplice: che non ci saranno fascisti e nostalgici nelle liste. Può dirlo o non può dirlo? Perché noi qui possiamo dirlo”. Infine è arrivata la chiosa critica di Muccino: Se la sinistra in Italia avesse un decimo della chiarezza, della lucidità e della grazia di questa donna qui, Meloni neanche esisterebbe“.

Advertisement

Leggi anche: Ilaria Cucchi scende in politica, la sorella di Stefano annuncia la sua candidatura: “Ecco cosa voglio fare”

CONDIVIDI ☞