“Terza dose con Pfizer e Moderna anche a chi ha fatto AstraZeneca”: il generale Figliuolo fa chiarezza sul tema vaccini

Advertisement

Marcia spedito come un treno Francesco Paolo Figliuolo sulla terza dose. Il generale degli Alpini e commissario straordinario del piano vaccinazioni non mostra la minima esitazione.

Intervento a Che Tempo che fa su Rai3, Figliuolo dice senza mezzi termini: “La terza dose? Bisogna fare l’mRna”, Pfizer e Moderna anche a chi ha fatto Astrazeneca. Chi ha ricevuto il vaccino AstraZeneca o Johnson&Johnson “farà il vaccino a mRna. Ci sarà la chiamata, poi faremo anche accesso libero”.  Sembra dunque che l’indirizzo del Comitato Tecnico Scientifico sia chiaro a proposito di terza dose.

Leggi anche:“La terza dose di vaccino si farà. Inizieranno i più fragili, gradualmente tutti gli altri”: parola del Ministro della Salute Roberto Speranza

Advertisement

Generale Figliuolo terza dose

Il Generale Figliuolo spiega quale sarà la road map che intende portare avanti

“Siamo partiti con gli over 80, Rsa e sanitari over 60. Abbiamo gli immunocompromessi, a breve uscirà la circolare per i fragili”. Figliuolo poi dettaglia con cura ciò che sta avvenendo negli altri Paesi a proposito della terza dose di vaccino anti Covid. “Negli Usa stanno facendo la terza dose agli over 65, lo stesso in Francia, in Gran Bretagna dai 50 anni in su. Noi aspettiamo il 4 ottobre e poi daremo le indicazioni”.

Il primo Paese a partire spedito con la terza dose è stato Israele. Dopo aver segnato una ripresa dei contagi nei mesi estivi il piccolo stato mediorientale ha intrapreso con decisione la campagna vaccinale. Il mondo accademico, anche se il generale Figliuolo omette di dirlo, non ha espresso un parere così unanime sulla terza dose. Da più parti si sono levate in questi ultimi tempi voci che dichiaravano la non urgenza riguardo la somministrazione della terza dose.

Leggi anche:”Il virus non esiste più, la terza dose è inutile”: le dichiarazioni dell’esperto ai microfoni de L’ aria che tira fanno calare il gelo in studio

Advertisement

“Siamo pronti, abbiamo tutte le dosi necessarie per vaccinare”

“Non c’è un problema di dosi. Abbiamo tutte le dosi per vaccinare tutti gli italiani, la logistica marcia a pieno regime”, ha affermato il Generale Figliuolo. Riguardo la scelta di Pfizer e Moderna anche a chi ha avuto Astrazeneca il Generale commenta: “Aspetto cosa dicono gli scienziati, sembra che una dose booster sia meglio fino ad una certa età. Poi le evidenze sul campo non ce la impongono per i più giovani ma noi siamo pronti. Quando si vedranno i dati per capire cosa succede sul decalage degli anticorpi, saremo pronti”.

CONDIVIDI ☞