Hoara Borselli attacca i giovani: “A 15 anni lavoravo gratis, ecco cosa manca oggi”, ma è subito polemica

Advertisement

Hoara Borselli, dopo essersi conquistata il ruolo di opinionista tv nei salotti di Barbara D’Urso e non solo, non perde l’abitudine di snodare le sue opinioni anche sui social, dove si è resa protagonista di un’accesa discussione. Un suo post su Twitter ha scatenato un pandemonio, rinvigorito da toni polemici da parte degli internauti che si sono infuriati, dopo aver letto le sue considerazioni, frutto della sua personale esperienza.

L’opinionista che forse auspicava di ritagliarsi il ruolo di esempio da prendere a modello, ha finito per inasprire le discussioni su lavoro giovanile, mancanza di occupazione e sfruttamento dei lavoratori. Così invece di ispirare il suo seguito su Twitter ha scatenato la furia di molti internauti.

Hoara Borselli appellandosi alla mancanza di “fame e sacrificio” nelle generazioni più giovani ha parlato di quando lei era adolescente, e come ha mosso i suoi primi passi nel mondo del lavoro, così ha fatto un resoconto della sua prima esperienza di lavoro: “A 15 anni in estate alcuni giorni lavoravo in un bar mentre i miei amici andavano al mare. Poche ore, dalle 12 alle 16. Finito il turno mi regalavano un gelato e se andava bene delle patatine. Si parte sempre dal basso ragazzi. Sacrificio e ‘fame’. Credo sia ciò che manca oggi”.

Hoara Borselli si scaglia contro i giovani e scatena un polverone sui social

Advertisement

Ma il suo tweet non ha trovato l’approvazione del web, in tanti hanno smantellato pezzo dopo pezzo le sue dichiarazioni trovando in esse diversi punti deboli. Alcuni utenti di Twitter sono insorti contro Hoara Borselli mettendo sotto accusa il modello lavorativo da lei esaltato, affermando che sono diverse le esigenze di oggi e che quindi chi lavora lo fa perché ha necessità di essere pagato, rimarcando che il fine del lavoro è il compenso. Altri invece l’hanno accusata di falsità visto che poi ha abbandonato la strada della ristorazione per incamminarsi in quella da modella di gran lunga più remunerativa.

Hoara Borselli attacca

Hoara Borselli con il suo cinguettio non si è garantita plausi, piuttosto ha scatenato le proteste ed i commenti avvelenati del web, provocando anche la reazione inviperita del Presidente della Regione Emilia Romagna, che ha screditato il suo esempio: “Un conto è sacrificio e umiltà, che aiutano sempre, ma se la sua proposta è lavorare gratis, solo perché si è giovani, allora siamo proprio messi male. Roba da matti”. 

Advertisement

Leggi anche: Non è la Rai, l’inquietante retroscena dopo anni: “Noi ragazze ricevevamo minacce e cose orribili”

Un commento che ha riassunto il parere prevalente espresso dagli internauti che si sono lamentati del fatto che i tempi siano cambiati e che ormai non si assume più qualcuno senza esperienza, sentenziando che per ottenere uno stipendio oggi bisogna aspettare come minimo i 30 anni di età. Alle voci polemiche ha deciso di replicare Hoara Borselli, che è ritornata sui social per commentare il polverone scatenato dal suo post, scrivendo altri tweet: “Essere fra i primi in tendenza per aver scritto che a 15 anni ho fatto esperienza in un piccolo bar sulla spiaggia in cambio di gelati e patatine e vissuta con enorme gioia e ottimi ricordi fa riflettere. Anche imparare un mestiere ha un valore.  Lo sapevate?”.

Advertisement

Leggi anche: Dipendenti pubblici. Posto fisso al comune a 1800 euro, ma al concorso non ci va nessuno: “I tempi sono cambiati”

CONDIVIDI ☞