Verissimo. Michele Merlo, la verità che tutti aspettavano, il padre distrutto: “Bastava poco per salvare mio figlio”

Advertisement

Domenico Merlo, il papà del compianto Michele Merlo, la cui vita circa un anno fa, precisamente il 6 giugno, è stata stroncata improvvisamente da una leucemia fulminante, che i medici non sono riusciti a diagnosticare per tempo, ha rilasciato una toccante intervista nel salotto televisivo di Verissimo. Ospite di Silvia Toffanin, il signor Merlo ha ricordato suo figlio che qualche edizione fa è stato lanciato da Amici: il cantante che si è fatto conoscere con il nome d’arte di Mike Bird, dopo qualche successo musicale aveva deciso di prendersi una pausa, ma si vocifera che fosse pronto a rimettersi in pista.

In occasione dell’intervista concessa al talk del sabato pomeriggio di Canale 5, il padre di Michele Merlo ha affidato ai microfoni di Verissimo un amaro sfogo. Nel raccontare alla Toffanin il dramma vissuto dal figlio ha lanciato anche una cruda denuncia, che ha spostato l’attenzione sui casi di malasanità che sono una piaga nel nostro Paese.

Verissimo, lo sfogo straziante del padre di Michele Merlo

“Non mi aspetto nulla dalla giustizia e non condanno l’errore umano, anche se mi ha devastato la vita. Quello che è successo a Michele è frutto di una sanità che non funziona più: il sistema ha subito dei tagli importanti e questo porta continuamente a situazioni drammatiche. I medici legali sostengono che bastava un esame del sangue per salvarlo. Aveva una probabilità dal 77% all’89% di guarire, in circa sei mesi, dalla malattia” – queste le parole di Domenico Merlo.

Advertisement

Il padre di Michele ha poi condiviso alcuni dettagli sul rapporto con il figlio ammettendo di essere stato duro con lui per via della carriera militare, ma che hanno sempre avuto un rapporto amichevole, mentre con la mamma era più intimo. Nel tessere le lodi del cantante prematuramente scomparso circa un anno fa, il genitore ha elogiato la sua grande sensibilità e la sua passione per il calcio. “Michele era un ragazzo sportivo e non aveva mai avuto problemi di salute. Era un grande artista, incompreso e un po’ burbero. Era un romantico ribelle. Forse questo mondo non era per lui perché era troppo sensibile”.

Leggi anche: Augusto De Megni, ricordate il vincitore del Grande Fratello? Dopo dieci anni è irriconoscibile

Verissimo padre Michele Merlo

A conclusione dell’intervista con la Toffanin è stato ricordato un evento che si svolgerà il 6 giugno, ad un anno esatto dalla scomparsa di Michele Merlo, si tratta di una partita presso lo stadio comunale di Rosà di Vicenza dove scenderà in campo la Nazionale Cantanti. Questo evento in memoria dell’ex talento di Amici è stato organizzato dall’associazione “Romantico Ribelle”, nata per supportare la ricerca scientifica:

Advertisement

Leggi anche: La Vita in Diretta. Barbara Alberti furiosa sbotta con Matano: “Quello che sta succedendo è di una bassezza schifosa”, gelo in studio

CONDIVIDI ☞