Il dramma di Carolina Marconi: “Mi hanno tolto entrambi i seni, le cicatrici sono i segni della battaglia che sto combattendo”

Advertisement

In occasione del Bra Day, organizzata all’ospedale Gemelli di Roma, Carolina Marconi ha portato la sua testimonianza raccontando una tappa drammatica della sua lotta contro il cancro: l’operazione di rimozione dei seni e come ha visto cambiare il suo corpo. Nel corso dell’intervento fatto durante la Giornata Internazionale per la Consapevolezza sulla Ricostruzione mammaria, l’influencer ha dimostrato ancora una volta di avere uno spirito battagliero.

Leggi anche: “Carolina Marconi spettacolarizza il Cancro”: le accuse contro l’ex gieffina mandano su tutte le furie Eleonora Daniele che la difende a spada tratta

Parlano dell’operazione subita ha detto: “Mi hanno tolto entrambi i seni e li hanno ricostruiti. La malattia mi ha fatto conoscere la paura. Il cancro non dipende da me, ma lo spirito con cui l’affronto sì”.  Carolina Marconi con il cuore in mano ha portato in ospedale la sua testimonianza evocando i momenti più difficili vissuti dopo la diagnosi: “Ho affrontato un’operazione e poi la chemio rossa. Ho affrontato le chemio bianche e il 10 novembre finirò la cura”.

Advertisement

Cancro Carolina Marconi ospedale

Dalla diagnosi di cancro all’operazione di rimozione dei seni

La Marconi ha ricordato anche il giorno della diagnosi del cancro al seno datata la scorsa in primavera quando le è stato detto ‘Carolina hai un tumore’: “È una frase che non dimenticherò mai. Mi ha fatto esplodere il cuore, mi ha tolto le parole. Sono scappata lasciando il mio compagno alla scrivania del medico. Correvo, piangevo, mi sentivo morire. Non ho il tempo per il tumore, mi ripetevo, io devo fare un figlio” – ha ricordato.

Leggi anche: “Io e te sappiamo”: la dedica di Beatrice Valli per il figlio Alessandro lascia il web senza parole

Dopo questo primo momento drammatico è arrivata l’operazione di rimozione dei seni il 20 aprile che la Marconi ha ripercorso: “Oggi il mio seno è costellato di cicatrici, segni della battaglia che sto combattendo
Per nove lunghissime ore sono stata in sala operatoria. Mi hanno tolto entrambi i seni e li hanno ricostruiti, e non smetterò mai di ripetere quanto sono grata all’equipe chirurgica del professor Masetti, la professoressa Salgarello che così mi hanno evitato il trauma di vedermi mutilata di una parte del corpo”. 

Advertisement

Lo sfogo di Carolina Marconi

Dopo l’operazione l’influencer ha confessato che è stato difficile accettare i cambiamenti del suo corpo, soprattutto dopo le prime sedute di chemio: “Ci sono stati giorni in cui non mi sono riconosciuta più allo specchio, dopo aver perso i capelli, le ciglia e le sopracciglia e allora mi sono sentita un’altra persona con quella testa pelatina che mi fa sentire nuda”.

Leggi anche: “Non dobbiamo proteggere gli uomini, non sono i nostri figli”: Elodie ammonisce le donne con un monologo destinato a lasciare il segno

A conclusione del suo intervento durante il Bra Day, Carolina Marconi ha confermato di avere una grande forza d’animo, esclamando come una sorta di monito a chi si trova a vivere la sua stessa battaglia: “Non si molla un caz*o”.

CONDIVIDI ☞