Massimo Giletti nei guai, la grave accusa dell’ex fidanzata dopo le parole del conduttore: “Violenza, lo denuncio”

Advertisement

Massimo Giletti ha scatenato l’ira di Alessandra Moretti per via di alcune dichiarazioni su di lei, che da ex del conduttore Non è l’Arena non ha gradito, così ha deciso di denunciarlo. L’europarlamentare per il Partito Democratico dopo l’intervista di Giletti affidata alle colonne del Corriere della Sera, ha reso nota la sua intenzione di avviare un’azione legale contro il suo ex, reo di aver fatto dei commenti troppo privati su di lei.

Nel corso di un’intervista fiume, il conduttore di Non è l’Arena senza filtri si è lasciato andare alle confessioni, affrontando non solo temi relativi al suo impegno giornalistico ed alla sua carriera, ma svelando anche dei dettagli privati parlando di amore, e nel farlo ha citato l’europarlamentare lasciandosi andare a delle esternazioni ardite.

Ma cosa ha detto Massimo Giletti su Alessandra Moretti? Queste le testuali parole dello stralcio dell’intervista del giornalista sulle colonne del Corriere: È ancora innamorata di me, forse in parte anche io…Finì? Per lei provo un sentimento di affetto che mi lega molto. È una donna che nella vita ha lottato, ha cresciuto i figli praticamente da sola. Non ho mai avuto una famiglia da Mulino Bianco: quando vedevo i suoi genitori che si amavano ero toccato. So che non ci perderemo mai”.

Alessandra Moretti pronta a denunciare Massimo Giletti

Advertisement

Le parole di Giletti hanno incollerito la sua ex che ha redarguito il quotidiano inviando una lettera nella quale ha annunciato l’intenzione di denunciare Giletti. Prima di tuonare contro di lui ha detto: Esistono molti modi di fare violenza a una donna. Lo sappiamo tutte perché tutte ci siamo passate. Non c’è soltanto la violenza più evidente, quella fisica che deve portare le donne a denunciare al primo schiaffo senza alcun cedimento; ci sono violenze spesso più subdole, manipolatorie. Quelle che sanno di gogna, che tentano di screditare o infangare il nome di una donna, tanto per cominciare facendo il suo nome, esponendolo in pubblico, tentando di isolare quel nome con le bugie, mettendo in piazza le sue vicende personali”.

Nella lettera inviata da Alessandra Moretti al Corriere si fa poi riferimento al fatto che il suo ex abbia tirato in ballo il suo nucleo familiare, rendendosi autore, secondo lei, di una forma di violenza intollerabile come ha ribadito precisando: “I miei figli hanno sempre avuto un padre e una madre che si sono occupati di loro insieme, non è certo un di più perché ci sono tante mamme o tanti papà che fanno tutto da soli, ma è deplorevole togliere una figura paterna sulle colonne di un giornale a dei bambini, è una cosa inaccettabile”.

La dura invettiva di Alessandra Moretti contro “la mentalità e la cultura patriarcale”

L’europarlamentare dem ha poi annunciato che ha intenzione di denunciare Giletti, motivando la sua decisione: Denuncerò come faccio ogni volta che ho subito insulti e violenze ma in questo caso lo faccio per tutelare i miei figli che non possono essere sbattuti sul giornale invadendo la loro sfera privata”.

Giletti e Alessandra Moretti

Advertisement

Leggi anche: Massimo Giletti senza peli sulla lingua, il retroscena sull’ex fidanzata famosa: “È ancora innamorata di me”

La Moretti ha anche lanciato un appello a tutte le donne, invitandole a non fare mai un passo indietro nel caso in cui si trovino a dover subire minacce di ogni genere, sia sul lavoro che nel privato esortandole a fare ciò che voglio in piena libertà. La politica si è poi soffermata nell’elencare i casi che in Italia vedono come vittime le donne citando non solo i femminicidi, ma anche i tentativi di mobbing, le violenze domestiche ed il persistere di stereotipi di stampo maschilista.

Nel concludere il suo sfogo, partito dal mettere sotto accusa le dichiarazioni di Giletti, Alessandra Moretti ha rivolto una filippica contro il maschilismo dilagante: “La mentalità e la cultura patriarcale sono lunghe e difficili da cambiare e si declinano in tanti modi ma se ognuna di noi fa il suo, reagendo a quel dito puntato, il cambio di paradigma che serve a una società ancora dispari può essere alla nostra portata. E farà bene a tutti”.

Advertisement

Leggi anche: Katia Ricciarelli, l’ha ammesso solo ora, la brutale confessione a Italia Sì: “Il marito di mia madre era un…”, pubblico sconvolto

CONDIVIDI ☞